Posts In Category

Sponde del Mediterraneo

La città di Sulaimani, o Al-Sulaymaniyah, come è conosciuta in arabo, si trova a nord-est dell’Iraq, a sud-est del Kurdistan; una città in rinascita tra “tre frontiere”, il suo mix culturale e etnico. Da sempre è un’importante meta turistica, con la sua montagna Halgurd di 3607 metri di altezza, ma non solo: rappresenta l’area più interessante, politica e culturale del …

Alla libreria Al Kitab di Tunisi, un amico libraio me l’ha sporto facendomi un occhiolino. Un libro sull’uomo arabo, consigliato da un uomo arabo? Imperdibile. L’autrice è libanese, si chiama Joumana Haddad, è una donna carismatica che ho avuto il piacere di incontrare. Con un punto di vista che è difficilmente definibile: non femminista – parola che non mi piace, …

«Da tutta la vita volevo un posto che mi appartenesse e cui appartenere, l’avevo cercato a Torino, quando smarrita correvo al mercato di Porta Palazzo per vedere altri volti, colori più familiari, sentire parlare altre lingue, respirare odori e sapori che la mia anima anelava». Il nuovo libro di Rosita Ferrato è Tunisi – la città nascosta, è pubblicato da …

ERBIL – «Tacciano le armi», come ha sostenuto nel suo  primo discorso a Baghdad Papa Francesco, parlando a tutti. E le armi hanno taciuto mentre i canti e i preparativi fervevano a Erbil. In un frenetico pomeriggio nel Kurdistan iracheno, in attesa dei Media Press Pass for Pope Francis per il 7 marzo allo Stadio Franso Hariri, può capitare di …

La National Security Agency ha sventato e dissinnescato due bombe artigianali, il 6 di febbraio 2021, nelle località di Al Naim e Jidhafs a Manama, in Bahrain. Le autorità hanno descritto l’evento come un attacco terroristico alla Banca Nazionale del Bahrain: i due ordigni erano posizionati nei bancomat. Le indagini hanno portato all’arresto di alcuni sospetti e il paese ha …

People power è un’esposizione di 21 fotografie scattate nel mondo intero, a testimonianza di manifestazioni, lotte di popolo contro la corruzione, per la pace, la libertà e la democrazia. Esposta alla Citè de la Culture di Tunisi, organizzata dall’Ambasciata dei Paesi Bassi a Tunisi, World Press Photo, le Theatre de l’Opéra de la Citè de la Culture, la mostra accompagna …

L’ultima vittima nota dell’apparato repressivo egiziano si chiama Awais al-Rawi, ucciso il 30 settembre davanti alla sua famiglia nel villaggio di el-Awamiyah, a una manciata di chilometri dai templi di Luxor. Aveva 38 anni e due figli. La polizia è entrata a casa sua in cerca di suo fratello, accusato di aver partecipato a una piccola manifestazione anti-governativa. Non trovandolo, …