Posts In Category

Professione giornalista

Una donna completamente velata e vestita di nero, come le sue compagne, nel campo siriano di Al-Hol tiene in braccio il suo bambino. È questa la foto di Alessio Mamo, che ha vinto il secondo premio singolo di World Press Photo 2020. La donna, russa, è a “The Annex”, la sezione del campo profughi nel nord della Siria dedicata alle …

Talvolta la stampa insegue i pochi che fanno rumore e ostenta un paraocchi nei confronti della massa silenziosa. Succede. Soprattutto in periodi come questo, che non hanno nulla di ordinario, periodi in cui facciamo quasi fatica a ricordarci il senso della parola “ordinario”. Durante questa interminabile parentesi di pandemia, si sono mobilitate in tutta Europa armate di reporter per parlare …

Riviste in ibernazione, fatturati ai minimi storici, licenziamenti nelle redazioni, concorrenza spietata dell’informazione web e disamore del pubblico per le edicole. Ci sarebbe di che piangere. Da diversi anni a questa parte, la stampa francese – come quella italiana, e non solo – assiste a una lenta emorragia di impieghi fissi, a una riduzione costante di effettivi e ai diktat …

A un anno dalla comparsa del Covid-19, si calcolano oltre 10 milioni di posti di lavoro persi in Europa, secondo Eurostat. E i giornali? Se già prima della pandemia la situazione dei media non era certamente florida, e gli editori cercavano di mettere un freno allo stillicidio di copie e di introiti pubblicitari, in che stato si trova oggi questo …

Da Lipa, terra di nessuno innevata e fredda, tra Bosnia e Croazia. Tanto se ne è parlato in queste ultime settimane, ma ben poco è stato fatto per chi cerca sicurezza e trova solo respingimenti e violenza. Uno dei tanti “border” nel mondo, in cui la via di fuga si interrompe e si ferma per settimane, mesi, anni. Così come …

C’erano una volta gli anni Settanta, quelli delle rivoluzioni, del «make love not war», del pacifismo, delle battaglie per i diritti femminili e soprattutto gli anni in cui, come oggi, si faceva sentire nel profondo delle società l’esigenza di inventare un mondo migliore. Nel 1974, la francese Françoise d’Eaubonne scrisse Il femminismo o la morte. Un concetto nuovo si era …

In questi ultimi giorni dell’anno ci si interroga sul ruolo dell’informazione chiamata, come mai prima d’ora, a documentare gli eventi e le storie di un mondo “scosso” prima, durante e dopo la pandemia. Tra i lavori pubblicati spiccano due fotoreportage, due edizioni uniche, realizzati da giornalisti italiani di Torino che descrivono con grande professionalità l’uno l’America di Trump prima del …