Author Archive

La redazione

La redazione

il Caffè dei Giornalisti è un’associazione culturale al servizio della libertà di stampa e osservatorio dei cambiamenti geo-politici in atto nei paesi che affacciano sulle sponde del Mediterraneo.

Come è stato spiegato in molti articoli dedicati, l’istituto di previdenza dei giornalisti (INPGI) passerà, dal prossimo anno, sotto l’egida dell’INPS. Che l’ente versasse in condizioni disperate non era una novità e, anno dopo anno, il gap tra nuovi giornalisti assunti (che quindi versavano contributi nelle casse) e colleghi pensionati o prepensionati aumentava. Tanto da creare un disavanzo mostruoso, da …

Iniziano a vedersi le conseguenze della presa del potere dei talebani in Afghanistan. Il 25 agosto scorso le forze di sicurezza della città di Khoy, nella provincia dell’Azerbaigian occidentale vicino al confine con la Turchia, hanno arrestato Majid Saeedi, un fotografo del quotidiano statale Shargh Daily, mentre fotografava i campi che ospitavano i rifugiati afgani. A quanto risulta, Saeedi è …

Visto che quello per i giornalisti da parte degli editori non si è mai raggiunto nonostante i tentativi, forse sta per arrivare l’equo compenso per gli editori contro gli sfruttatori di contenuti altrui nel web. Si tratta della giusta remunerazione per l’utilizzo dei loro articoli da parte delle piattaforme online: inclusi i social network, principali accusati di furto di contenuti, …

Bradley Hope, giornalista investigativo specializzato in storie internazionali, ha raccontato una storia interessante al CPJ, il comitato internazionale di protezione dei giornalisti.  Hope, che vive a Londra e nel 2009 collaborava da Abu Dhabi, rammenta che una società di telecomunicazioni degli Emirati Arabi Uniti aveva spinto i proprietari di BlackBerry locali a installare un aggiornamento di sicurezza, che in realtà …

C’è una guerra, a volte combattuta sottotraccia, che non si interrompe praticamente mai. Si tratta della lotta alla libertà di stampa: non passa giorno in cui un giornalista non sia costretto a subire intimidazioni e aggressioni, che siano verbali o fisiche. E siccome molti sembrano dimenticare che la Costituzione garantisce la libertà di stampa, proprio perché considera l’informazione uno dei …

Un premio sicuramente non desiderato, ma meritatamente conquistato. Il primo ministro ungherese Viktor Orbán è diventato, difatti, il primo leader europeo a finire nella lista dei trentasette cosiddetti «predatori della libertà di stampa» compilata da Reporters sans frontières. Il rapporto è una impressionante galleria di 37 personalità mondiali, tra cui spiccano il premier bielorusso Lukaschenko, il siriano Assad, e poi …

Finalmente, la Corte si è pronunciata. Sono anni che i giornalisti chiedono non l’impunità, ma un criterio moderno di giustizia. Finire in galera perché si è scritto qualcosa che un giudice ha ritenuto diffamatorio è a dire poco anacronistico e, finalmente, oggi anche il supremo organo giurisdizionale italiano lo ha sancito. «La Corte – si legge nel dispositivo – preso …