Posts Tagged

giornalisti

È grazie a un video pubblicato in rete, e rapidamente diffuso, che conosciamo ciò che è accaduto a Minneapolis lo scorso 25 maggio, quando George Perry Floyd è morto, soffocato sotto il peso del ginocchio di un agente di polizia. In memoria e per indignazione per quel tragico e inaccettabile evento sono state organizzate negli Stati Uniti e nel resto …

Si va dai grant (fondi) destinati esclusivamente al coverage sul Covid-19 ovunque nel mondo, ai webinar (seminari via Web) per comprendere il fenomeno e acquisire da colleghi più esperti le tecniche per proteggersi fisicamente; da discussioni online sulle implicazioni deontologiche nell’approccio a malati e soggetti deboli, al debunking (cioè la smitizzazione) di ogni forma di disinformazione sulla pandemia. E poi, …

Spesso il 3 maggio è occasione per ricordare le minacce rivolte ai giornalisti e la crisi economica che incombe sull’editoria. Editor&Publisher, rivista mensile fondata nel 1901 e dedicata al mondo dei media negli Stati Uniti e in Canada, ha raccontato, recentemente, altre storie: sono quelle di giovani giornalisti e manager dell’editoria che si sono cercati una strada per il successo, …

Lunedì 25 marzo 2019 aprono gli Stati Generali dell’editoria, voluti dal sottosegretario Crimi per valutare lo stato di salute dell’informazione italiana e – si spera – proporre soluzioni per la crisi che affligge un settore fondamentale per la società, l’informazione. La situazione dell’editoria e del giornalismo in Italia è vittima, da almeno dieci anni, di un calo di tutti gli …

Qui si parla di Il Paese Sera, una coraggiosa e promettente iniziativa editoriale in un contesto di carestia, contro ogni dato di settore che racconta di tre edicole chiuse al giorno e diffonde dati di vendita in picchiata, da anni, per quasi tutte le testate cartacee. Ma è necessaria una premessa. Assistiamo da anni a un delirio iconoclasta di buona …

Gli anni della grande crisi dell’editoria, con dati di lettori paganti che ci riportano a cento anni fa, sono stati vissuti con pigrizia e scarsa lungimiranza dagli editori. I lavoratori, i giornalisti, in larghissima misura, sono considerati sì necessari per la fattura del prodotto, a iniziare dalle grandi firme, ma anche la voce di costo più aggredibile quando si ristrutturano …

«La presentazione del prodotto va bene, ma si assiste ormai alla lettura di interi articoli, con parti che nelle rassegne stampa vengono evidenziate. Bisogna far capire a tutti che questo non può più avvenire». Lo sostiene Andrea Riffeser Monti, nuovo presidente della Fieg (la Federazione italiana degli editori dei giornali), secondo cui il lavoro dei giornalisti viene regolarmente saccheggiato. Sia …