“Voci scomode” è l’appuntamento annuale dedicato alla libertà di stampa nel mondo e alle testimonianze dei giornalisti costretti all’esilio. Giunto alla sua terza edizione, si ispira al progetto di sensibilizzazione alla libertà di opinione e di espressione Presse 19, laddove il numero rimanda all’articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, che sancisce tali diritti.

E’ organizzato dal Caffè dei giornalisti in collaborazione con il Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino e la Maison des Journalistes di Parigi, associazione che offre rifugio a giornalisti esiliati o fuggiti dal loro Paese d’origine per aver perseguito la libertà di espressione. Dalla sua apertura, l’associazione ha accolto circa 300 giornalisti provenienti da 57 Paesi del mondo.

Vi aspettiamo su vociscomode.caffedeigiornalisti.it

GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DAL SITO:


VOCI SCOMODE Storie di chi sfida il potere

  • Il Cameo (58) – Omar Radi e quella strana “ricetta” contro i giornalisti del Marocco
    by Redazione on 31 Luglio 2020 at 10:10

    Il giornalista marocchino Omar Radi, reporter del portale di notizie indipendente Le Desk, “Il cuore battente dell’attualità in Marocco”, è stato arrestato dalla Brigata Nazionale di polizia giudiziaria e trasferito nelle celle di custodia della corte d’appello di Casablanca. L’accusa che gli è stata mossa è quella di attentare alla sicurezza nazionale, per aver collaborato L'articolo Il Cameo (58) – Omar Radi e quella strana “ricetta” contro i giornalisti del Marocco proviene da VOCI SCOMODE.

  • Il Cameo (57) – La vita a rischio di una cronista in Irlanda del Nord
    by Redazione on 22 Luglio 2020 at 07:42

    Nel 2019 ci eravamo già occupati dell’Irlanda del Nord per il barbaro omicidio di Lyra McKee, che dopo un anno è ancora impunito nonostante l’arresto di quattro persone. Era dal 2001 che un giornalista non veniva assassinato in Irlanda e quel tragico evento dell’aprile dello scorso anno ha riportato in auge una vicenda che sembrava L'articolo Il Cameo (57) – La vita a rischio di una cronista in Irlanda del Nord proviene da VOCI SCOMODE.

  • Il Cameo (56) – Beritan Canözer, una voce libera che sfida la “democratura” di Erdogan
    by Redazione on 8 Luglio 2020 at 09:08

    Dopo la pausa per la pandemia da covid-19, in Turchia sono riprese le udienze dei processi. Compresi quelli che vengono celebrati contro i giornalisti. uno di questi, veramente grottesco, riguarda la cronista Beritan Canözer, che lavorava come cameraman e reporter per la testata online Jin News, di ispirazione pro-curda. La corte di Diyarbakır l’ha condannata a una L'articolo Il Cameo (56) – Beritan Canözer, una voce libera che sfida la “democratura” di Erdogan proviene da VOCI SCOMODE.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

SHARE

VOCI SCOMODE