“Voci scomode” è l’appuntamento annuale dedicato alla libertà di stampa nel mondo e alle testimonianze dei giornalisti costretti all’esilio. Giunto alla sua terza edizione, si ispira al progetto di sensibilizzazione alla libertà di opinione e di espressione Presse 19, laddove il numero rimanda all’articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, che sancisce tali diritti.

E’ organizzato dal Caffè dei giornalisti in collaborazione con il Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino e la Maison des Journalistes di Parigi, associazione che offre rifugio a giornalisti esiliati o fuggiti dal loro Paese d’origine per aver perseguito la libertà di espressione. Dalla sua apertura, l’associazione ha accolto circa 300 giornalisti provenienti da 57 Paesi del mondo.

Vi aspettiamo su vociscomode.caffedeigiornalisti.it

GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DAL SITO:


VOCI SCOMODE Storie di chi sfida il potere

  • Il Cameo (28) – Kiev, un giudice vuole spiare chi scopre la corruzione
    by Redazione on 22 Febbraio 2019 at 10:20

    A Kiev c’è un giornale di inchiesta che si chiama Novoye Vremya, è una delle testate più conosciute del Paese. Tempo fa, i giornalisti che lavorano per Vremya si erano occupati di una vicenda che riguardava fatti di corruzione a carico di un giudice di alta carica nella capitale ucraina. Dalla pubblicazione delle notizie, però, […] L'articolo Il Cameo (28) – Kiev, un giudice vuole spiare chi scopre la corruzione proviene da VOCI SCOMODE. […]

  • Il Cameo (27) – La lettera minatoria a N1TV e la Serbia violenta
    by Redazione on 9 Febbraio 2019 at 09:48

    Le tensioni post guerra dei Balcani sembrano non essere ancora finite, almeno per i giornalisti. Una lettera minatoria, firmata “Veterani di Belgrado della guerra del 1999”, è stata spedita allo staff della televisione privata serba N1TV. L’associazione è realmente esistente, ma il suo presidente ha negato la paternità della missiva: la lettera, secondo quanto riferito […] L'articolo Il Cameo (27) – La lettera minatoria a N1TV e la Serbia violenta proviene da VOCI SCOMODE. […]

  • Il Cameo (26) – In galera per un’intervista a un giornalista gay
    by Federico Ferrero on 26 Gennaio 2019 at 10:05

    Un anno di prigione per aver intervistato un omosessuale. Questa è la incredibile sentenza pronunciata da un giudice egiziano contro Mohamed al-Gheiti, presentatore televisivo della rete televisiva Ltc Tv, conduttore dello show intitolato Sah al-Noum. L’accusa promossa dal pubblico ministero locale era quella di aver promosso l’omosessualità e di aver incitato alla dissolutezza. L’episodio risale […] L'articolo Il Cameo (26) – In galera per un’intervista a un giornalista gay proviene da VOCI SCOMODE. […]

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

SHARE

VOCI SCOMODE