“Voci scomode” è l’appuntamento annuale dedicato alla libertà di stampa nel mondo e alle testimonianze dei giornalisti costretti all’esilio. Giunto alla sua terza edizione, si ispira al progetto di sensibilizzazione alla libertà di opinione e di espressione Presse 19, laddove il numero rimanda all’articolo della Dichiarazione universale dei diritti umani del 1948, che sancisce tali diritti.

E’ organizzato dal Caffè dei giornalisti in collaborazione con il Dipartimento di Culture, Politiche e Società dell’Università di Torino e la Maison des Journalistes di Parigi, associazione che offre rifugio a giornalisti esiliati o fuggiti dal loro Paese d’origine per aver perseguito la libertà di espressione. Dalla sua apertura, l’associazione ha accolto circa 300 giornalisti provenienti da 57 Paesi del mondo.

Vi aspettiamo su vociscomode.caffedeigiornalisti.it

GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI DAL SITO:


VOCI SCOMODE Storie di chi sfida il potere

  • Il Cameo (69) – Levent Gültekin, pestato sotto l’occhio delle telecamere perché giornalista libero
    by Redazione on 10 Marzo 2021 at 11:21

    Levent Gültekin è solo l’ultima vittima della violenza contro i giornalisti. Gültekin (molto noto nel suo Paese, ha un account Twitter che supera il milione di follower) è un cronista che, tra le altre cose, scrive editoriali per il quotidiano turco online Diken e commenta le notizie di attualità per la tivù locale Halk TV. Si L'articolo Il Cameo (69) – Levent Gültekin, pestato sotto l’occhio delle telecamere perché giornalista libero proviene da VOCI SCOMODE.

  • Il Cameo (68) – I documenti segreti di Khashoggi e un crimine che non può essere perdonato
    by Redazione on 1 Marzo 2021 at 07:41

    Il 25 febbraio 2021 l’intelligence americana, su mandato dell’amministrazione Biden, ha desecretato alcuni documenti che riguardano dettagli sull’assassinio di Jamal Khashoggi, il giornalista saudita dissidente ucciso a Istanbul il 2 ottobre 2018, nei locali del Consolato arabo in Turchia. I documenti mostrano che il principe Mohammed bin Salman ha personalmente approvato l’uccisione del giornalista. Le informazioni L'articolo Il Cameo (68) – I documenti segreti di Khashoggi e un crimine che non può essere perdonato proviene da VOCI SCOMODE.

  • Il Cameo (67) – Reza Jelodarzadeh, il giornalista “sparito” dopo i post su Instagram
    by Redazione on 9 Febbraio 2021 at 20:18

    Il giornalista iraniano Reza Taleshian Jelodarzadeh è stato arrestato il 20 gennaio 2021. Il suo ruolo di caporedattore del magazine di Teheran Nour-e Azadi gli è costato la libertà. Le circostanze del suo arresto sono molto fumose. Ciò che si sa è che Jelodarzadeh deve scontare una condanna a tre anni di reclusione per avere L'articolo Il Cameo (67) – Reza Jelodarzadeh, il giornalista “sparito” dopo i post su Instagram proviene da VOCI SCOMODE.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

SHARE

VOCI SCOMODE