Home»Professione giornalista»Vaticano e media digitali

Vaticano e media digitali

0
Shares
Pinterest Google+

Un sito da sfogliare anche su iPad. È una delle novità del sito News.va e ad annunciarlo è stato monsignor Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio Consiglio per le comunicazioni sociali (Pccs) e presidente del Consiglio di amministrazione del Centro televisivo Vaticano (Ctv). Le notizie dal Vaticano potranno quindi essere lette in due versioni: il sito tradizionale e la versione “touch”. Un sito, quello di News.va, che conta 70mila accessi al giorno e che grazie all’accordo con Canal 21, l’emittente dell’arcidiocesi di Buenos Aires, permette al Ctv di acquisire e distribuire per l’Italia e l’Europa il cospicuo archivio dell’emittente argentina riguardante l’attività del Cardinale Bergoglio fino al 13 marzo 2013, giorno della Sua elezione al soglio di Pietro.
”L’uso delle immagini aiuta a costruire ponti e a conoscere modalita’ di essere Chiesa nelle varie latitudini del mondo. Aiutano in qualche modo a renderci meno estranei e ad alimentare la comunione” ha commentato Papa Francesco, parole riferite da mons. Vigano’ durante la conferenza stampa in Vaticano. “Un modo concreto per far conoscere in Italia e in Europa la realtà della Chiesa di Buenos Aires che, grazie alla solidarietà e alla cooperazione del popolo e della Chiesa italiana, può contare oggi su una tv cattolica diocesana”,.
E nell’ottica della completa digitalizzazione dei segnali televisivi il Ctv sta anche realizzando una nuova Master Control Room, ovvero un centro di smistamento dei segnali, che permetterà anche l’archiviazione digitale.
Quello del Vaticano è un percorso verso una comunicazione sempre più tecnologica, con l’apertura a nuovi strumenti e ai social media.

Previous post

Aspettando il festival #Glocal13

Next post

Greenaccord e le reti