Home»Professione giornalista»Ufficio stampa è fare giornalismo

Ufficio stampa è fare giornalismo

0
Shares
Pinterest Google+

Lo scorso 11 dicembre si è tenuto un incontro a Roma, tra il segretario generale della Federazione lavoratori pubblici e funzioni pubbliche (Flp), che aderisce alla Confederazione indipendente sindacati europei (Cse), Mario Carlomagno, e il presidente della Fnsi (sindacato unitario giornalisti) e coordinatore della commissione uffici stampa del sindacato unitario dei giornalisti, Giovanni Rossi. La tavola rotonda verteva sulla proposta di un impegno comune per il riconoscimento del profilo professionale dei giornalisti degli uffici stampa che lavorano, a vario titolo, per la Pubblica amministrazione.

Il riconoscimento della professione, per queste figure, passa per la corretta e piena applicazione della legge 150 del 2000 (il cui testo completo è consultabile qui) che ne ha previsto la definizione attraverso la trattativa sindacale. Il colloquio si è tenuto nella sede della Flp a Roma: tra i temi trattati, le «questioni tecniche e politiche che si sono frapposte, fino a oggi, a una piena applicazione della legge», con particolare attenzione alla definizione del profilo professionale mediante il confronto con l’Aran, l’agenzia per la rappresentanza negoziale delle Pubbliche amministrazioni. La querelle sulla qualificazione giornalistica del lavoro degli uffici stampa pubblici è ancora aperta, ma l’intenzione comune è quella di superare le criticità e rendere questi giornalisti figure professionali riconosciute, rimuovendo gli ostacoli giuridici e burocratici che spesso rallentano o bloccano la loro crescita.

Previous post

Rendi l'informazione più sostenibile

Next post

Media e immigrazione