Posts Tagged

querele temerarie

Finalmente, la Corte si è pronunciata. Sono anni che i giornalisti chiedono non l’impunità, ma un criterio moderno di giustizia. Finire in galera perché si è scritto qualcosa che un giudice ha ritenuto diffamatorio è a dire poco anacronistico e, finalmente, oggi anche il supremo organo giurisdizionale italiano lo ha sancito. «La Corte – si legge nel dispositivo – preso …

Ci sono questioni che sono state evidenziate per anni, ma senza risultati. Per anni si sono additati i giornalisti come una casta di privilegiati e asserviti al potere, quando già i dati dimostravano che la maggioranza assoluta di loro era precaria e con paghe inadatte a garantire la sola sussistenza. Si è parlato a lungo del problema dell’equo compenso, ciò …

«Il giornalismo, principale vaccino contro la disinformazione  è al momento ostacolato in più di 130 Paesi». L’ultima classifica stilata da Reporter senza Frontiere conferma che l’Italia si trova al 41° posto nell’indice mondiale della libertà di stampa, piazzamento peraltro già registrato lo scorso anno.  La ragione di questa prestazione risiede in vecchie questioni che riguardano il nostro Paese: ci sono …

  Il caso di Concita De Gregorio, costretta a pagare di tasca sua per centinaia di cause che riguardano articoli non scritti da lei, e per i quali l’editore si è dileguato, è l’ultimo (magari lo fosse davvero…) rigo di una storia indecente, che sta rovinando l’esistenza di molti – spesso giovani e spiantati – giornalisti.  In un’intervista al quotidiano …

Il 2 novembre si celebra la Giornata Mondiale per la fine delle impunità per i crimini contro i giornalisti, un’iniziativa dell’Onu che cade nell’anniversario dell’uccisione di due giornalisti francesi in Mali, Ghislaine Dupont e Claude Verlon. In Italia, per l’occasione, la onlus Ossigeno per l’informazione (che si occupa di tutelare i giornalisti minacciati nel nostro Paese) ha organizzato a Roma, Palazzo …

Non è necessario scandagliare le coste del Mediterraneo per trovare ferite alla libertà di stampa. Anche in un Paese come il nostro si assiste a un fenomeno relativamente nuovo, figlio di fattori eterogenei come i cambiamenti tecnologici e le mutate abitudini del pubblico, la crisi economica, la frammentazione dell’offerta informativa: lo ha sottolineato, nell’indifferenza generale, il dossier di LSDI (Libertà di Stampa, …