Posts Tagged

giornalismo

Fatti che possano essere verificati, ecco il ruolo e l’impegno del giornalista. E così citiamo la protagonista del film “Blood diamond” di Edward Zwick, Maddy Bowen, una giornalista idealista e appassionata che intende svelare i loschi traffici delle multinazionali diamantifere.

Il giornalismo in questi 150 anni è cambiato – Si esprime in questo modo Mario Calabresi, direttore de la Stampa alla presentazione della nuova sede del Centro Pestelli, inaugurata in questi giorni all’Ordine dei Giornalisti.

Verrà inaugurata martedì 5 febbraio a Palazzo Ceriana Mayneri (corso Stati Uniti 27) la nuova sede del Centro Studi sul Giornalismo “Gino Pestelli”, presso l’Associazione Stampa Subalpina, dove il Centro si è trasferito nell’ottobre del 2012. Si avvera così il sogno e il progetto di una “casa dei giornalisti”. 

Il 16 gennaio è nato a Torino il Master Giorgio Bocca in giornalismo. La scuola post-laurea di primo livello è una delle 11 riconosciute in tutta Italia dall’Ordine dei Giornalisti per accedere al titolo professionale. Alla presenza della moglie Silvia, della figlia Nicoletta, il direttore di Repubblica ha tenuto la lectio magistralis dal titolo: ‘Un’idea testarda di libertà’.

Il 25 gennaio partirà un corso organizzato dalla Scuola di giornalismo Walter Tobagi dell’Università degli Studi di Milano rivolto a giornalisti e professionisti della comunicazione per acquisite le tecniche di ripresa audiovisiva per l’intervista, l’inchiesta, il reportage. Le iscrizioni scadono il 21 gennaio.

Il Rapporto sulla professione giornalistica in Italia del Lsdi (Libertà di stampa e diritto all’informazione) offre uno spaccato sul mondo del giornalismo, sulle tendenze della professione in Italia e offre spunti per riflessioni sulle prospettive future.Riportiamo il rapporto completo.   

Nel convegno “Linguaggi pop e decisioni hard. La comunicazione politica in tempi di crisi” tenutosi a Torino presso il Campus Einaudi da giovedì 13 a sabato 15 dicembre 2012 il tema Twitter, le elezioni e  la comunicazione politica ha scaldato gli animi, anche se meno rispetto al fenomeno dei “Grillini”.