Home»Professione giornalista»Osservatorio sul giornalismo italiano

Osservatorio sul giornalismo italiano

0
Shares
Pinterest Google+

Quest’anno le parole d’ordine per il giornalismo, lo abbiamo già detto, sono “dati” e “visual”. E il progetto “DataMediaHub“, nato in questi giorni, punta sul datajournalism e l’infografica per raccontare e creare un osservatorio sul giornalismo italiano.
Abbiamo chiesto di che si tratta al suo fondatore Pier Luca Santoro (su Twitter @pedroelrey), esperto di marketing e comunicazione e curatore del blog Il Giornalaio.

Perchè è nato DataMediaHub?
DataMediaHub è nato per creare un hub sui media italiani e sul giornalismo, aggregando dati sul tema e presentandoli con una forma grafica interattiva che abbia un impatto visivo e, soprattutto, che aiuti la comprensione dei fenomeni.

Chi è invitato a “collavorare” al progetto (no, non è un refuso)?
Sono invitati a partecipare dall’apertura dell’area community, la prossima settimana, professional e persone interessate al tema. In un’ottica “web 2.0” vogliamo costruire DatamediaHub raccogliendo suggerimenti, contributi, raffinamenti possibili proposti dalle persone, vogliamo costruire DataMediaHub con gli altri per gli altri. In una seconda fase sicuramente potranno partecipare anche i media stringendo accordi di collaborazione.

Che cosa ci possiamo aspettare di trovare?
Abbiamo un calendario editoriale, che anche in questo caso presenteremo pubblicamente, settimana per settimana, per avere un feedback su temi e modalità di visualizzazione che coinvolgano chi è interessato a questi temi.

Quando sarà on line?
Crediamo di essere online progressivamente da lunedì 20 gennaio in poi. Immaginiamo di essere a regime ed uscire dalla fase beta per la fine di febbraio rilasciando la versione definitiva.

Non resta che attendere il “work in progress” e seguire il progetto su Twitter, Facebook o scrivere a info@datamediahub.it

 

di Elisa Gallo

 

Previous post

New York nel metro

Next post

Bavagli e libertà