Home»Agenda»Il futuro della Rai, parola agli studenti

Il futuro della Rai, parola agli studenti

0
Shares
Pinterest Google+

Per una nuova Carta d’Identità della Rai: è questo il tema della Consultazione pubblica, in vista del rinnovo della Concessione del Servizio pubblico (maggio 2016), che si terrà nell’Aula Magna del “Campus Luigi Einaudi”, in Lungo Dora Siena 100, a Torino, giovedì 10 aprile, dalle 9,30 alle 13,30.

L’iniziativa è volta ad affermare un metodo nuovo, partecipato e trasparente, per discutere del futuro del servizio pubblico radiotelevisivo attraverso un’ampia consultazione che coinvolga anche la scuola, le università, le associazioni culturali, i dirigenti e i dipendenti della Rai e le forze intellettuali più vivaci dell’industria audiovisiva e dell’editoria.

Articolo 21 ed Eurovisioni hanno promosso un “concorso”, aperto agli studenti delle università e delle scuole superiori, per riscrivere, in non più di dieci righe, la mission della Rai per i prossimi 15 anni. Una giuria, presieduta da Sergio Zavoli, e composta da autorevoli personalità della cultura (Giorgio Albertazzi, Adriana Cavarero, Tullio De Mauro, Dario Fo, Ugo Gregoretti, Gerardo Marotta, Rosario Villari, ecc.) premierà, alla fine del prossimo anno, la migliore formulazione della nuova “Carta d’Identità” del servizio pubblico.

Il convegno illustrerà agli studenti dell’Università di Torino il panorama delle diverse opzioni culturali e politiche sull’assetto istituzionale e organizzativo che la Rai dovrà darsi.

 

Programma

 Saluti:
Sergio Scamuzzi (Vice-Rettore Università di Torino) e Giuseppe Giulietti (Portavoce di Articolo 21)

Conduce:
Daniele Cerrato

Presentazione:
Renato Parascandolo (Articolo 21), Cristopher Cepernich (Università di Torino)

Partecipano:
Antonello Giacomelli (Sottosegretario Ministero per lo Sviluppo Economico), Alessandra Comazzi (Giornalista La Stampa), Juan Carlos De Martin (Politecnico di Torino), Vittorio Di Trapani (Segretario Usigrai), Renato Farina (CEO Eutelsat Italia), Luciano Flussi (Dg Sipra), Pietro Grignani (Direttore Centro di Produzione RAI di Torino), Nicoletta Iacobacci (Head of Strategy for Media alla European Broadcasting Union), Andrea Lorusso Caputi (Presidente Adrai), Salvatore Margiotta (Vice-Presidente Commissione Vigilanza RAI), Giacomo Mazzone (Segretario Generale Eurovisioni), Roberto Moisio (Università di Torino), Vincenzo Morgante (Direttore TGR RAI), Gianmario Ricciardi (Capo Redazione Giornalistica TGR Piemonte), Peppino Ortoleva (Università di Torino).

Conclusioni: Franca Roncarolo (Università di Torino).

Locandina

Il bando del concorso

Previous post

A Roma, "Voce che comunica" e Battiato

Next post

Il sacrificio di Anja