Home»Agenda»Festival per le alternative

Festival per le alternative

0
Shares
Pinterest Google+

Agorà Transeuropa, 2-3 giugno 2012 a Roma, Teatro Valle

“Non ci sono alternative” è la risposta che i governi nazionali ed organismi sovranazionali continuano a dare ai cittadini che in tutta Europa si mobilitano e protestano contro le politiche di austerità. Le alternative in realtà esistono e sono praticate e sperimentate quotidianamente proprio da quei cittadini che stanno portando avanti battaglie comuni che delineano concretamente un’altra idea di Europa. Battaglie che troppo spesso si muovono parallelamente ed agiscono soltanto sul piano locale e nazionale e falliscono nell’intento di produrre un discorso transnazionale.

L’Agorà Transeuropa raccoglierà esperienze di un’Europa alternativa, per creare un confronto e costruire una proposta culturale e politica che nasca non dalle banche, ma dalla gente. Il nome agorà, che fa riferimento alle prime forme di sviluppo democratico elleniche, vuole ricordare proprio la Grecia, dove questa democrazia è stata più visibilmente affossata.

Con oltre quaranta ospiti internazionali, l’agorà concentra le sue attività di dibattito attorno a tre temi fondamentali per una discussione sul futuro del continente: le nuove forme di mobilitazione e partecipazione dal basso; le sfide poste dalla crisi e la ricerca di alternative alle misure di austerità e la salvaguardia dei beni comuni; le molteplici sfaccettature di una società cosmopolita basata sui diritti individuali e collettivi. All’interno dell’agorà verranno presentate importanti campagne transnazionali oltre a quella sulla libertà d’informazione, anche sul tema dei beni comuni e del reddito garantito.

Questi temi saranno al centro delle opere e delle pratiche di artisti internazionali che andranno a comporre Nobody Expects… un percorso artistico all’interno del Teatro Valle e nello spazio pubblico. La mostra si farà all’hashtag di Twitter “Nobody expects the Spanish Revolution” usato durante la prima fase del movimento del 15 di maggio. Video, installazioni, performances ed una serie di poster affronteranno il complesso rapporto tra forme di protesta e comunicazione, tra mobilizzazione e produzione di informazione.

lmportante il luogo dell’incontro: il Teatro Valle è stato occupato il 14 giugno 2011 da un gruppo di lavoratrici e lavoratori dello spettacolo per rivendicare i propri diritti e per impedire che il teatro più antico di Roma fosse trasformato in un luogo commerciale. Nel febbraio 2012 il Teatro Valle Occupato e European Alternatives hanno già organizzato assieme un primo incontro europeo, mentre nel maggio 2012 è partita la produzione del documentario Euros sulle pratiche di lotta e di occupazione in diversi paesi europei. L’agorà rappresenta quindi un’ulteriore tappa di un percorso di lavoro comune per la costruzione di reti transnazionali e di una convergenza politica europea.

L’agorà rappresenta anche il punto culminante del Transeuropa Festival, il primo festival autenticamente transnazionale che nel maggio 2012 ha coinvolto ben 14 città in dieci paesi europei prima di arrivare a conclusione a Roma. Rappresentanti di tutte le città saranno presenti a Roma, per delineare una nuova Europa giovane e determinata al rilancio dello spazio continentale.

Maggiori informazioni

 

Leggi anche “Uniti in Europa per la libertà di stampa” e “Libertà d’informazione in UE”

Previous post

Libertà d'informazione in UE

Next post

Parliamo di...