Posts Tagged

web

«Il modello dei contenuti gratuiti ha fallito e il mercato della pubblicità ha capito che i click non pagano». Una sentenza pesante, che arriva dal direttore del Corriere della Sera Luciano Fontana,  durante un incontro nell’aula magna dell’Università Iulm di Milano di fronte agli studenti del corso di giornalismo. Ma arriva a fine 2015. Il riconoscimento della sconfitta definitiva dell’informazione gratis sul …

Da quando Sir Tim Berners-Lee ha inventato il www, il world wide web, Internet ha cambiato il modo di lavorare, di comunicare e, se vogliamo, anche di “esserci”. Ecco perché la diffusione capillare delle connessioni alla Rete in tutto il mondo rende sempre più cogente l’adozione di un sistema di regole condiviso, che garantisca a tutti gli individui diritti che …

È un saggio che dà da pensare, quello che Alessandro Gilioli (firma dell’Espresso dal 2002) e l’avvocato  e blogger del Fatto Quotidiano Guido Scorza hanno presentato nel volume Meglio se taci (Baldini&Castoldi). Quanto è malata, la libertà di parola in Italia? Quante contraddizioni, quanti mostri giuridici e quali aneddoti grotteschi discendono dal trattamento che il legislatore e i mezzi di informazione hanno riservato a un bene fondamentale per la …

Tra le forme di sostentamento dell’editoria sul Web spiccano i “native ads”, una forma di pubblicità redazionale che suscita interesse e perplessità. Ma non è l’unica prospettiva di guadagno per i giornali: ecco gli strumenti che gli editori stanno saggiando.

Il New York Times si è rinnovato e la notizia sta facendo il giro del mondo. Nuova grafica, nuova “esperienza di lettura”, nuovo modello di business e più interazione. Il redesign del più importante giornale d’America, con i suoi 30milioni di utenti unici al mese, interessa tutto il mondo del giornalismo.

L’anarchia del web ha creato realtà di indubbio valore per il diritto all’informazione ma pone anche problemi di protezione del diritto d’autore (come il caso Google News), quando non palesi violazioni della proprietà intellettuale. Come tutelare gli autori e i lettori nel mare magnum di Internet?

Si chiama “Nessun dorma” la prima web radio europea dedicata all’informazione sulla ‘ndrangheta. A volerla e a concepirla sono stati i giovani dell’Osservatorio sulla ‘ndrangheta. Le trasmissioni inizieranno a novembre e si concentreranno sul giornalismo d’inchiesta e su quello partecipato.