Posts Tagged

Reporter senza frontiere

Anche quest’anno, come avviene ormai dal 2002, l’Indice mondiale della libertà di stampa di Reporter Senza Frontiere fotografa il grado di libertà a disposizione dei giornalisti in 180 Paesi. Ma come si stabilisce chi sale e chi scende? Chi e come decide chi sono i buoni e i cattivi? RSF elabora un questionario composto da 87 domande incentrate su parametri …

Ogni anno, Reporters Senza Frontiere compila il World Press Freedom Index, una classifica mondiale che valuta lo stato del giornalismo in diversi Paesi e territori. In generale, l’edizione 2019 mostra come l’ostilità verso i giornalisti espressa dai leader politici di molti Paesi abbia suscitato atti di violenza sempre più gravi e frequenti che hanno alimentato un livello di paura e …

Il direttore della sede Afrique du Nord di Reporter senza Frontiere, Souhaib Khayati, la mette così: «La progressione della Tunisia, nella classifica mondiale della libertà di stampa, rispetto all’anno scorso è dovuta soprattutto al deteriorarsi della situazione nella nostra area e, più in generale, nel mondo. Certo, c’è un avanzamento di 25 posti, ma la Tunisia non ha ancora raggiunto …

Ultimi stralci del 2018, tempo di bilanci, con un occhio già al prossimo anno, alla lista di cose da fare e a quelle che non si sono fatte. Poteva andare meglio, andrà meglio in futuro? Ognuno risponderà per la sua parte. Noi, dal canto nostro, ci interroghiamo – ancora una volta – sulle difficoltà che deve affrontare chi fa il …

La Citè de la Culture di Tunisi, per tre giorni, è stata la casa mondiale del giornalismo grazie alle Assises  Internationales du Journalisme. Direttori, caporedattori di grandi testate, operatori, reporter, corrispondenti, inviati, cameraman donna con colorati veli in testa, fotografi. Un meeting importante, il primo in Africa e nel mondo arabo; una pazza folla di giornalisti accorsi con l’idea di …

«Sono una giornalista turca e, come tale, non dirò mai abbastanza quanto sia importante per noi giornalisti non comunitari sapere che esistono spazi sicuri. Come Journalists-in-Residence». Così si racconta una giornalista che ha potuto usufruire dell’ospitalità del programma Journalists-in-Residence, dell’ECPMF  (European Centre for Press and Media Freedom), organizzazione indipendente per la libertà di stampa che dal 2016 ha dato un …

Prima di esprimere soddisfazione, meglio lèggere. «Una decina di giornalisti italiani sono sotto una protezione permanente e rafforzata della polizia dopo le minacce di morte esplicitate in particolare dalla mafia, da gruppi anarchici o fondamentalisti. […] Il livello delle violenze perpetrate contro i reporter (intimidazioni verbali o fisiche, provocazioni e minacce) è molto inquietante e non smette di aumentare, in particolare in Calabria, …