Posts Tagged

professione

Il Portogallo non è la prima meta cui si pensa se l’argomento è la professione giornalistica, eppure lo spunto viene da un dato riscontrato dall’istituto di previdenza dei giornalisti, l’Inpgi, secondo cui sono già almeno 300 i giornalisti italiani che hanno deciso di prendere residenza (non abituale, cioè trascorrendo almeno la metà dell’anno all’estero) proprio in quel Paese. Giornalisti pensionati, …

Il primo, gigantesco lavoro di messa a disposizione dei cittadini di un archivio giornalistico in Italia fu lanciato dal quotidiano La Stampa. Ci vollero sette anni e, nel 2010, venne pubblicato l’archivio completo di tutte le edizioni del giornale, liberamente consultabile per parole chiave. Negli anni seguenti, anche il Corriere della sera ha riversato sul web otto milioni di pezzi pubblicati dal …

Fiato corto, a volte, sì. Profonda crisi, sostanzialmente no. Che la Germania abbia vissuto in maniera meno cruenta della nostra la recessione dell’editoria, e che fare il giornalista da quelle parti rappresenti ancora un’opzione ragionevole per chi si affaccia al mondo del lavoro, è suggerito da molti indicatori. Anche da singole storie: è sufficiente prendere in esame le vicende della maxisocietà fondata dal …

La storia del giornalismo spagnolo è segnata dal regime franchista, che 50 anni fa istituì una norma repressiva delle libertà di pensiero e di stampa, la Ley de prensa e imprenta, regolata tra le altre cose da una rigida censura. La dittatura di Franco crollò solo nel 1975 ma la nazione – che fa parte dell’Unione dal 1986 – è …

Sembra un ossimoro, Ossigeno. Si sobbarca un compito ponderoso, aiuta i giornalisti a “respirare” ma è confinato in un microscopico ufficio ricavato nella palazzina dell’Ordine romano. «Siamo nel cuore delle istituzioni», dice il professor Giuseppe Federico Mennella, e certamente – se si parla di sentimenti – non ha torto: «Nostro socio onorario è il presidente del Senato Pietro Grasso, il presidente onorario dell’osservatorio è …

L’unico aspetto povero della condizione dei giornalisti in Svizzera è la legislazione. La Confederazione ha scelto di lasciare i destini del mestiere al mercato e di intervenire il meno possibile, nonostante la Costituzione approvata nel 1998 contenga ben due articoli (il 17 e il 93) dedicati ai princìpi che ispirano la professione di chi informa. L’articolo 17, intitolato “Libertà dei media”, sancisce la garanzia …

Se l’Italia è lo Stato in cui si è (inutilmente) normata a più non posso la categoria dei giornalisti, e la Gran Bretagna  è la casa del liberismo brado che di fatto garantisce più lavoro e meno precariato, la Francia è una terra di mezzo. Lo è, anzitutto, nella teoria: per ottenere la tessera, la carte de presse, non serve un esame. …