Posts Tagged

media

Leggere a posteriori la narrativa giornalistica di un fatto è sempre affascinante ed è fonte di ottima riflessione sul nostro mestiere. La struttura della narrativa, a distanza di tempo, ci riporta alla dimensione di spettatori di noi stessi, che per mestiere siamo i narratori. Il tema dell’immigrazione è centrale nel dibattito pubblico e nel racconto giornalistico: lo è diventato dal …

«Ho iniziato a scrivere da piccolo, già a 12-13 anni, perché ero appassionato» ci dice Arbi Fortuzi, giornalista dell’AjenciaTelegrapike Shqiptare, l’agenzia di stampa albanese (in inglese Albanian Telegraphic Agency). Lo incontriamo a Marrakech, in Marocco, a margine del Meeting dei giornalisti ambientali del Mediterraneo organizzato dall’IUCN e dall’agenzia di stampa spagnola EFE Verde. Come è organizzata l’agenzia ATA? «Siamo una …

Due le parole chiave – accoglienza e controllo – dell’incontro sulla questione dei profughi e la difesa delle frontiere che si è tenuto lunedì 20 aprile al Campus Luigi Einaudi di Torino. Temi che, a seguito dell’ultimo terribile naufragio nelle acque libiche, non avrebbero potuto essere più calzanti per riflettere di immigrazione e di diritti dei migranti e tentare di individuare responsabilità …

Il dibattito attorno alle parole pronunciate da Enrico Mentana, direttore del tg La7, in merito al dovere dei telegiornali non si placa: per il direttore, il tg non è uno strumento per formare alle notizie del mondo, ma per informare il pubblico. Compito del giornalismo è dunque formare o informare? Se ne è discusso in una sala gremita del Palazzo …

L’Istituto per gli studi di politica internazionale (Ispi) organizza un ciclo di incontri dedicato al rapporto tra media e politica nello scenario internazionale, per analizzare le diverse sfaccettature e implicazioni dei nuovi media come strumento per formare le opinioni dei cittadini e di proiezione e comunicazione del potere politico.

Una perfida malattia ha stroncato la giovane vita del professor Angelo Agostini, morto ad appena 55 anni dopo aver formato centinaia di giornalisti come docente universitario a Bologna e aver tracciato una strada, da studioso dei media: la conoscenza e la formazione come unica via percorribile degli aspiranti giornalisti.

Non si tratta di un errore di sistema, ma la campagna Alt-Phabet ideata da The European Initiative for Media Pluralism, per invitare giornalisti, blogger e utenti a rendere inaccessibili i loro articoli, i propri post e status con un linguaggio criptato, per dimostrare quanto sia facile manipolare l’informazione.