Posts Tagged

informazione

Leggere a posteriori la narrativa giornalistica di un fatto è sempre affascinante ed è fonte di ottima riflessione sul nostro mestiere. La struttura della narrativa, a distanza di tempo, ci riporta alla dimensione di spettatori di noi stessi, che per mestiere siamo i narratori. Il tema dell’immigrazione è centrale nel dibattito pubblico e nel racconto giornalistico: lo è diventato dal …

L’Ansa compie 70 anni e Carlo Gambalonga, ex vicedirettore vicario della testata, ce li descrive nel volume Casa Ansa. Da settant’anni il diario del Paese, che verrà presentato giovedì 26 marzo a Roma, nella sede della Fieg (Federazione Italiana Editori Giornali). Dal primo dispaccio sui bombardamenti alleati in Germania, del 15 gennaio 1945 agli anni di piombo, dal rapimento di …

Il dibattito attorno alle parole pronunciate da Enrico Mentana, direttore del tg La7, in merito al dovere dei telegiornali non si placa: per il direttore, il tg non è uno strumento per formare alle notizie del mondo, ma per informare il pubblico. Compito del giornalismo è dunque formare o informare? Se ne è discusso in una sala gremita del Palazzo …

Ad Asti, fino al 15 giugno l’undicesima edizione di un festival che, quest’anno, si interroga sul ruolo della tivù e dei suoi antagonisti nell’opera di informazione del pubblico. Una settimana di incontri, dibattiti e dialoghi (gratuiti) con protagonisti televisivi – e non – dell’informazione italiana.

Un ciclo di dibattiti e seminari accademici a Lugano per discutere del futuro del giornalismo, delle sfide del digitale, di vecchi e nuovi media, del ruolo dei professionisti dell’informazione. Nel prossimo incontro, al centro il ruolo del servizio pubblico.

“L’età dell’estremismo” di Belpoliti offre l’occasione restituire ordine e senso agli ultimi quarant’anni della nostra storia recente. Un’operazione di selezione accurata contro la bulimia di informazioni del mondo contemporaneo per “cogliere nella prossimità similitudini e differenze”.

Non si tratta di un errore di sistema, ma la campagna Alt-Phabet ideata da The European Initiative for Media Pluralism, per invitare giornalisti, blogger e utenti a rendere inaccessibili i loro articoli, i propri post e status con un linguaggio criptato, per dimostrare quanto sia facile manipolare l’informazione.