Posts Tagged

giornalismo

Una delle preoccupazioni più vive per il mercato di giornali e riviste è il crollo della diffusione della carta. Che i ragazzi abbiano perso la cara vecchia abitudine di leggere il giornale, se non nella sua versione surrogata e gratuita sul web, e di frequentare le edicole è un assunto su cui si basano quasi tutte le discussioni sul futuro …

Il suo volto è noto perché ha condotto trasmissioni televisive di grande popolarità, da «Kilimangiaro» a «Il Pianeta delle Meraviglie» a «Geo & Geo». La sua penna ha raccontato per importanti testate (La Stampa, Panorama, L’Avvenire, Nigrizia, per citarne alcune), in forma di saggi (tra gli altri, «New Global», «No Global», «L’informazione deviata») o di reportage in Italia e in …

A Palazzo Ceriana Mayneri, il 28 settembre 2017, il Caffè ha organizzato un incontro di aggiornamento professionale intitolato Islam e giornalismo – Immagini, racconti e manipolazioni sui media italiani, moderato da Beppe Gandolfo, consigliere nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Dopo l’introduzione del presidente del Caffè Rosita Ferrato sono intervenuti Laura Silvia Battaglia, Sherif el Sebaie, Tiziana Ciavardini, Stefania Miretti e Andreja …

banner
Gli strumenti che il giornalismo ha adottato per contrastare l’ignoranza, terreno fertile per la cultura dell’odio, sono quelli giusti? Con questa domanda lanciata ai presenti da Stefano Tallia, segretario dell’Associazione Stampa Subalpina, e dopo i saluti della presidente del Caffè dei Giornalisti Rosita Ferrato, si è aperto l’incontro «Islam e Giornalismo. Immagini, racconti e manipolazioni sui media italiani», moderato da …

Dall’attacco alle Torri Gemelle alla comparsa dell’Organizzazione dello Stato Islamico, quanto i mass media hanno contribuito ad alimentare una propaganda islamofoba nel mondo occidentale? A questa domanda proveremo a rispondere con un appuntamento che abbiamo messo sotto il cappello “Aspettando Voci Scomode“, l’evento del Caffè in scena ogni anno a Torino a fine novembre. Parleremo insieme di come l’informazione italiana …

«Troppa informazione equivale a nessuna informazione. E quella cattiva peggiora la qualità della vita e può avere gravi conseguenze. Dovremmo quindi selezionarla concentrandoci su quella necessaria, utile e, perché no, divertente. Sull’informazione professionale dovremmo investire di più, dovrebbe farlo in primo luogo l’industria editoriale. La buona informazione costa, e non la possono garantire gli smartphone del citizen journalism. Ma la …

Prima il cieco disprezzo o l’indifferenza, poi il tentativo ingenuo di lucrare con l’advertising online, come ai bei tempi dell’edicola e delle paginate di pubblicità cartacea. Infine, le manovre (spesso inutili) degli ultimi anni, a danno ormai fatto, per tentare di farsi amici due giganti eterei solo nel nome e nell’assenza di regole, Google e Facebook, che hanno contribuito – …