Posts Tagged

Erdogan

In una Turchia dalle mille contraddizioni, ogni tanto, arriva anche una buona notizia, che però non deve fare perdere di vista un quadro che, nel suo complesso, rimane drammatico. Il numero di donne turche in diplomazia negli ultimi anni è aumentato sensibilmente. In questo momento, le donne rappresentano il 35% del corpo diplomatico. Le ambasciatrici sono il 23% e quelle …

Il bilancio annuale di Reporter senza frontiere (Rsf) offre un panorama sconcertante: quest’anno sono stati ammazzati 80 giornalisti nel mondo. Sono 15 in più rispetto al 2017 e, di questi 80, 63 erano giornalisti di mestiere. «L’odio verso i giornalisti proferito e addirittura sostenuto da leader politici, religiosi o uomini d’affari senza scrupoli, ha conseguenze drammatiche. Tutto questo si trasforma in …

È scomparso lo scorso 4 ottobre, nel Consolato saudita di Istanbul, il giornalista Jamal Khashoggi. Il reporter dissidente del Washington Post, una volta vicino alla monarchia saudita e ora critico sulle riforme del principe ereditario Mohammed Bin Salman, era entrato nella sede diplomatica per ritirare dei documenti mentre la moglie Khadija lo aspettava all’esterno dell’edificio. Proprio lei ha lanciato l’allarme …

Il presidente della Repubblica, Recep Tayyip Erdogan, giurerà in parlamento lunedì prossimo, a due settimane dalla vittoria dell’election day, dove è stato riconfermato capo dello Stato. Questa volta con “super poteri”, con il 52,6% dei consensi. Subito dopo, il leader islamico dovrà rendere noti i componenti del governo. E qui si inizierà già a intuire che connotati assumerà quella che …

Il governo turco ha rafforzato il controllo sulla stampa locale con alcune manovre degne di essere conosciute. Il magnate Demironen, vicino al partito Giustizia e Sviluppo (Akp) del presidente Recep Taiyyp Erdogan, ha annunciato l’acquisto della principale media holding turca, la Dogan Holding, che ha confermato essere iniziate le procedure per la vendita del gruppo a Erdogan Demirören, per il corrispettivo di …

La “democratura” di Recep Erdogan non risparmia i giornalisti e scrittori non allineati. Come Dogan Akhanil, già imprigionato due volte in madrepatria e costretto all’esilio a inizio anni Novanta; Akhanil vive da più di 25 anni in Germania, dove ha preso la nazionalità e ha proseguito la sua attività di recupero di documentazione sullo sterminio armeno. Una storia che crea …

Abbiamo deciso di riprendere, dal nostro partner Babelmed, questo approfondimento sul clima di terrore imposto dal regime di Erdogan ai giornalisti e agli editori liberi dopo il golpe fallito. La contabilità delle carcerazioni, delle testate chiuse e dei processi sommari è in continua evoluzione e, come detto efficacemente da Can Dundar, la Turchia è diventato il più grande carcere al mondo …