Home»Agenda»L’informazione per la cultura: il concorso

L’informazione per la cultura: il concorso

0
Shares
Pinterest Google+

Urbino apre nuovamente le porte alla cultura: dal 25 al 27 aprile ospiterà la seconda edizione del Festival del Giornalismo Culturale, un evento organizzato da Lella Mazzoli e Giorgio Zanchini e curato dal Dipartimento di Scienze della Comunicazione e Discipline Umanistiche dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo.

Il tema di questa edizione è “L’informazione per la cultura”: giornalisti, scrittori e accademici si confronteranno sullo stato dell’informazione culturale in Italia, sui protagonisti, sui contenuti, sugli obiettivi. Il mondo della cultura sa interagire con quello dei media? Investire nel giornalismo culturale di qualità può essere decisivo per rilanciare il nostro Paese?
Tre giorni per rifletterci e discuterne nei luoghi più belli della città marchigiana, dal Palazzo Ducale al Teatro Raffaello Sanzio.
Saranno organizzare tavole rotonde, lectio, dialoghi con grandi nomi del giornalismo, dello spettacolo, della pubblicità, dell’accademia. Ci saranno intermezzi musicali, show cooking, performance teatrali. Verranno presentati i risultati della ricerca sull’informazione culturale degli italiani e messi a confronto con gli obiettivi del Manifesto per la Cultura del Sole 24 Ore.

Il direttore Giorgio Zanchini assicura che la bussola del Festival sarà il rapporto tra l’informazione culturale e il Paese reale e ha voluto che fosse il più partecipato possibile, grazie anche al coinvolgimento di studenti e giovani giornalisti. Infatti, per gli alunni delle scuole superiori della Regione Marche è stato pensato un concorso dal titolo “Internet per la cultura. Quanto ti serve la rete per conoscere il mondo”.
Ai giornalisti under 35 è invece rivolto il concorso “Con la cultura si mangia?”. Professionisti, pubblicisti, praticanti, iscritti e diplomati nelle scuole di giornalismo riconosciute dall’Ordine da non più di dodici mesi sono invitati a partecipare inviando entro il 22 marzo un articolo pubblicato sulla carta stampata o sul web che abbia trattato il tema oggetto del concorso, redatto secondo le modalità del pezzo di approfondimento o dell’inchiesta. Al vincitore sarà assegnato un premio di 750 euro.

L’appuntamento di Urbino e gli eventi che lo procedono sono quindi l’occasione per ragionare sulla misura della nostra conoscenza del mondo in cui viviamo e per tentare un nuovo necessario equilibrio tra l’informazione e la realtà.

Elisabetta Gatto

 

Previous post

Un urlo di Libération

Next post

Nel cuore dell'Atlante