Home»Babelmed»La Residenza, Dox Box sostiene i documenataristi

La Residenza, Dox Box sostiene i documenataristi

0
Shares
Pinterest Google+

logo_doxboxSe sei un documentarista e stai lavorando su un film impegnato dal punto di vista socio-politico che comprende filmati prodotti in modo originale da citizen journalists o attivisti dei media, puoi partecipare a The Residency, il nuovo programma lanciato dalla Dox Box Association.

Dox Box è un’organizzazione non-profit con sede a Berlino, fondata nel 2008 e nata dal Dox Box International Film Festival che si svolge in in Siria. L’associazione è stata creata per sostenere documentaristi emergenti e affermati nel mondo arabo, promuovendo i valori della giustizia, della dignità e dei diritti umani.

The Recidency offre a registi e montatori, così come alle redazioni, la possibilità e le risorse per completare la realizzazione dei loro film a Berlino, inclusi i costi di pernottamento e di permanenza nella vibrante capitale della Germania per un periodo tra 3 e 12 settimane. La durata è determinata in base alla lunghezza e alla natura del materiale inviato, al livello di esperienza dei registi, alla fase di montaggio, e alle esigenze specifiche del progetto.

Articolo ripreso da Babelmed vai al sito
Articolo ripreso da Babelmed vai al sito

Fornisce inoltre una sala di montaggio professionale completamente equipaggiata, supporto tecnico e artistico, la supervisione di un team di esperti, e la consulenza drammaturgica da parte di montatori di fama internazionale. Informazioni dettagliate per quanto riguarda i criteri e le norme di ammissibilità sono disponibili sulla pagina web in inglese, mentre le candidature possono essere compilate in lingua araba, tamazight, curdo, inglese o tedesco.

Contenuto prodotto in collaborazione con Med Culture

Previous post

Amedeo Ricucci vince Giornalisti del Mediterraneo

Next post

Dal palco di Riccione, i vincitori e una petizione