Home»Agenda»La Conferenza del Centro europeo sui media

La Conferenza del Centro europeo sui media

0
Shares
Pinterest Google+
Convegno dal titolo "Proteggere i giornalisti, conoscere le verità scomode"
Foto di archivio di Ecpmf

L’8 e il 9 ottobre, esperti di media da tutta Europa si incontreranno a Lipsia, in Germania, alla conferenza inaugurale dell’European Centre for Press and Media Freedom (Ecpmf), un centro dedicato alla libertà di stampa e dei media nato pochi mesi fa e promosso da numerosi soggetti europei, impegnati nella promozione e monitoraggio della libertà di stampa in Europa.

Gli argomenti su cui sarà focalizzata la conferenza sono la protezione delle fonti, la legge Europea sui media, il pluralismo e l’indipendenza dei media e il whistleblowing, ovvero gli informatori di possibili frodi e corruzioni, e i giornalisti sotto sorveglianza.

Per due giorni, la professione del giornalista, la sicurezza di chi svolge questa professione, ma anche e soprattutto il lavoro di chi difende la libertà di informazione e di stampa, saranno quindi al centro di un dibattito a livello europeo, che coinvolgerà giornalisti, esperti, ricercatori e politici.

Tra gli speaker presenti alla conferenza ci saranno Galina Arapova, Direttrice del Mass Media Defence Centres, Russia; Laura Garavini, membro del parlamento italiano e della commissione anti-mafia; la giornalista investigativa della Bosnia Esad Hecimovic; Hans-Ulrich Jörges, caporedattore degli Esteri, Gruner+Jahr, Germania; Gabriele Bertolli, Commissione europea, Directorate Communications Networks; Melody Patry, Advocacy Officer, Index on Censorship, Regno Unito; Ljiljana Smajlovic, caporedattore di Politika, Serbia; Tom Heinemann, premiato documentarista e filmmaker, Danimarca; Naser Selmani, Presidente dell’Association of Journalists of Macedonia; Alberto Spampinato, fondatore di Ossigeno per l’Informazione, Italia; Dirk Voorhoof, Professore di Diritto internazionale dei media, Belgio; George Pleios, Professore di cultura dei mass media, Grecia; Peter Matzneller, General Manager, Institute of European Media Law, Germania; Richard Peppiatt, giornalista, Naughty Step Productions, Regno Unito; Peter Warren, presidente, Cyber Security Research Institute, Regno Unito; Bjoern Rupp, esperto di crittografia, Germania; Vessilin Dimitrov, Vice caporedattore, Forbes Bulgaria; Ides Debruyne, consigliere delegato, Journalismfund.eu, Belgio; Besa Luci, Editor in Chief, Kosovo 2.0.

Durante la sera dell’8 ottobre, verrà consegnato il Freedom and Future of the Media Prize al giornalista e autore turco Nedim Sener e al regista iraniano Jafar Pahani.

Per programma e iscrizioni: https://ecpmfconference2015.sched.org/

Info su Ecpmfwww.ecpmf.eu

Previous post

(Non) fare il giornalista in Italia

Next post

Io non taccio, storie di giornalismo e intimidazioni