Home»Professione giornalista»Il Financial cambia faccia

Il Financial cambia faccia

0
Shares
Pinterest Google+

Puntando sul concetto di digital first, concedendo cioè la priorità all’edizione digitale rispetto a quella cartacea, il quotidiano britannico Financial Times, una delle testate più influenti a livello politico-finanziario in Europa, ha varato la nuova edizione del quotidiano: la nuova veste grafica del Financial è caratterizzata da un font tipografico personalizzato, il “Financier”, e da una nuova grafica a colori.

Si tratta di una scelta giunta a un anno di distanza dalla pubblicazione di una nota in cui il direttore responsabile del giornale, Lionel Barber, annunciava di aver deciso per una sterzata della testata in favore, appunto, del digital first. La scelta ha comportato anche uno spostamento di risorse dalla carta al web e il nuovo progetto grafico del Financial va proprio in questo senso, poiché è stato pensato per diventare una stampella della versione online. Barber, in un’intervista alla Bbc, ha spiegato che il foglio in edicola è stato ripensato per essere un complemento del lavoro digitale: “La notizia è online – ha spiegato il direttore – mentre il giornale fornirà un’istantanea dei fatti più importanti, accompagnati da più analisi. In ogni caso, chi sostiene che la carta stampata sia morta di sbaglia, perché può ancora essere un ingrediente importante per i media e pure un ottimo veicolo pubblicitario”.

Previous post

Ruanda, 1994-2014

Next post

La lezione di Eco a Camogli