Home»Agenda»Giornalismo ambientale, ultima chiamata

Giornalismo ambientale, ultima chiamata

0
Shares
Pinterest Google+
La locandina del Forum
La locandina del Forum

Cento giornalisti ambientali, climatologi, analisti politici, economisti, ed esperti di sostenibilità: questi i partecipanti del XII Forum Internazionale dell’Informazione per la Salvaguardia della Natura, a Rieti dal 18 al 20 novembre. Organizzato da Greenaccord Onlus ha come titolo “Clima: ultima chiamata”, un omaggio ad Aurelio Peccei, padre dell’ambientalismo italiano e fondatore del Club di Roma, che già nel 1972 con il suo libro The limits to growth spiegava che la Terra è un sistema finito e metteva in guardia da uno sviluppo senza limiti.

Ancora oggi dopo oltre 40 anni la questione è centrale e, a pochi giorni dalla Conferenza mondiale sul Clima COP 21 di Parigi, il Forum di Greenaccord vuole offrire una chiave di lettura a chi di questi temi dovrà parlare sui media «Le relazioni – spiega infatti il presidente di Greenaccord Onlus, Alfonso Cauteruccio – sono pensate per dare la possibilità agli operatori dei media di approfondire un tema di scottante attualità come quello del surriscaldamento globale e dei cambiamenti climatici attraverso un confronto qualificato con i massimi esperti mondiali. Le decisioni che dovranno essere prese a Parigi sono troppo importanti per lasciare che possano essere sottovalutate: se non si riuscirà a trovare un accordo che limiti la crescita della temperatura media globale è a rischio l’esistenza stessa di intere popolazioni. Con il Forum vogliamo quindi dare il nostro contributo ad innalzare il livello di preparazione dei giornalisti e fornire loro materiali utili per seguire i lavori della COP21 di Parigi».

Alfonso Cauteruccio, Presidente di Greenaccord consegna il premio Sentinella del Creato a Licia Colò, conduttrice televisiva. Auditorium del Parco.  Foto di Emanuele Caposciutti
Alfonso Cauteruccio, Presidente di Greenaccord consegna il premio Sentinella del Creato a Licia Colò, conduttrice televisiva. Auditorium del Parco.
Foto di Emanuele Caposciutti

Il programma del Forum, organizzato con il Comune di Rieti, la Regione Lazio, il Ministero dell’Ambiente, il Ministero degli Affari Esteri e la Fondazione Varrone, prevede interventi di Jean-Pascal van Ypersele, vicepresidente dell’IPCC (l’organismo delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico); Zbigniew W. Kundzewicz, esperto di desertificazione della Polish Academy of Sciences; Hans Joachim Schellnhuber, del CBE Potsdam Institute for Climate Impact Research; David R. Easterling, del National Climatic Data Center; Riccardo Valentini, CMCC, Centro Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici.

Verrà consegnato anche il Premio giornalistico “International Greenaccord Media Award”, attribuito a una testata nordamericana, segnalata dalla rete di giornalisti di Greenaccord, che si è distinta nella comunicazione ambientale. Oltre ai cento giornalisti provenienti per metà da paesi europei e extraeuropei e per metà dall’Italia, prenderanno parte gli studenti di alcune scuole superiori reatine per un itinerario di formazione ambientale.

Le sessioni di lavori sono state riconosciute valide dall’Ordine dei Giornalisti per la formazione professionale. Per i giornalisti che vi prenderanno parte, previa iscrizione sul sito S.I.Ge.F, verranno riconosciuti 8 crediti.

Previous post

Voci scomode | Storie di chi sfida il potere in Africa

Next post

Il lavoro agile? Un brutto Panorama