Home»Agenda»Contest per otto giovani inviati all’Expo

Contest per otto giovani inviati all’Expo

0
Shares
Pinterest Google+

marzo_2015_VIVI-EXPO-da-inviatoC’è tempo fino al 23 marzo 2015 per partecipare al contest nazionale Vivi l’Expo da inviato promosso da Giornalisti nell’erba #gNeLab e Carlsberg Italia – Birrificio Angelo Porretti. L’obiettivo è quello di selezionare otto inviati under 30 che, per tutto il periodo di Expo2015, in collegamento diretto con la redazione centrale di gNe, andranno a caccia di notizie su qualità, innovazione, sostenibilità e greenicità ed avranno così modo di raccontare da protagonisti il grande evento.

Per partecipare bisogna produrre una video intervista, un’inchiesta, un’interpretazione di tabella dati, post di Facebook e tweet in italiano e inglese sul tema “Feed your future – Il coraggio di raccontare i numeri”. Cibo e coraggio le parole chiave: cibo inteso come nutrimento del/per il futuro e coraggio di guardare lontano, fare grandi passi, fare scelte innovative e sostenibili. Il filo conduttore quindi è lo slancio, tra visione e intuizione, di chi osa innovare processi e prodotti e far misurare i risultati delle proprie azioni.

Tutti i materiali prodotti dai candidati verranno valutati da una giuria composta da esperti, giornalisti, fotografi, videoreporter, linguisti e comunicatori, che annuncerà gli 8 vincitori il 29 marzo 2015. Nel mese di aprile, si terrà una fase formativa, per fornire ai selezionati gli strumenti necessari per diventare veri inviati all’Expo.

Ciò che gli 8 inviati produrranno durante il loro lavoro all’Expo2015 – della durata di 10 giorni ciascuno – verrà pubblicato sul sito del Birrificio Angelo Poretti/Carlsberg Italia e su Italia dei Talenti, il portale web dedicato alle eccellenze italiane, oltre che sulla testata giornalistinellerba.it. Inoltre, le pubblicazioni gNe saranno poi raccolte in un prodotto editoriale multimediale e in una rivista pronta per la stampa. “L’obiettivo di Giornalisti Nell’Erba è da sempre quello di cercare la lingua giusta per parlare di ambiente. I giovani sono i migliori traduttori di informazioni spesso difficili, sono media ideali per fare in modo che la sostenibilità non resti un tema per addetti ai lavori, ma diventi qualcosa di quotidiano e comprensibile a tutti”, dice Paola Bolaffio, direttore di Giornalisti Nell’Erba.

A ottobre gli otto reporter saranno poi in gara tra loro: chi avrà scovato e raccontato meglio le innovazioni più sostenibili, intercettato le migliori interviste, lanciato i tweet e post più seguiti, vincerà un tirocinio formativo a norma di legge della durata dai 3 ai 6 mesi nell’area Corporate Affairs di Carlsberg Italia, a Lainate (Milano).

“Collaborare con gNe – spiega Alberto Frausin, AD di Carlsberg Italia – significa credere in un progetto formativo, in linea con il concetto di Vivaio che permea Padiglione Italia. È un’occasione per alimentare un vivaio di giovani giornalisti ambientali, preparati e competenti, ma soprattutto è l’occasione per far crescere una generazione di cittadini e consumatori informati e consapevoli”.

Tutte le informazioni sul bando: www.giornalistinellerba.org e www.carlsbergitalia.it

Previous post

I media e l'inclusione delle diversità

Next post

Meglio tacere, parola di Alessandro Gilioli