Home»Professione giornalista»Con Ponzi e l’iconizzazione delle notizie

Con Ponzi e l’iconizzazione delle notizie

0
Shares
Pinterest Google+

“L’illustratore è un professionista, il suo lavoro è fatto di processi logici non solo talento”, esordisce Emiliano Ponzi.

Quando riceve un articolo per il quale deve creare un’illustrazione, il primo passo è lo studio, l’analisi della notizia, del contesto. Poi la sintetizzazione delle informazioni, modificando la realtà e l’estetica, fino ad arrivare a quell’immagine e a quei dettagli in grado di comunicare, a tutti.

E con questo processo di studio e “iconizzazione” – come la definisce Ponzi – che la Cina, ad esempio, viene rappresentata da un contadino che guida la sua mucca nel campo, il cui riflesso nell’acqua diventa un carrello del supermercato: una perfetta sintesi del dualismo della società cinese tra agricoltura e consumismo.

Le illustrazioni e la grafica possono farsi anche movimento, come nel video che Ponzi ha realizzato per Amnesty International Portogallo: www.emilianoponzi.com/portfolio/voices-of-freedom

 

Previous post

Tra fotografie, infografiche e illustrazioni

Next post

Capire e far capire