Home»Agenda»Cercasi reporter per gli obiettivi di sviluppo

Cercasi reporter per gli obiettivi di sviluppo

0
Shares
Pinterest Google+

referral-partnersLa Thomson Reuters Foundation è entrata in collaborazione con la Fondazione delle Nazioni Unite per fornire la formazione del giornalismo e dei media sulla copertura dei 17 nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) per 2015-2030, che saranno adottati al vertice delle Nazioni Unite di New York in settembre e sul nuovo accordo sui cambiamenti climatici che si verrà firmato al vertice delle Nazioni Unite di Parigi nel dicembre 2015.

In quest’ ottica, la fondazione organizza 34 corsi di formazione in 33 paesi orientati a giornalisti giovani e promettenti, che saranno prossimi grandi nomi del reporting sulla sostenibilità.

I candidati devono avere un massimo di cinque anni di esperienza – o anche giornalisti con più esperienza e che non hanno coperto questo soggetto, ma che sono interessati ad iniziare a coprire lo sviluppo sostenibile. I giornalisti che coprono le comunità locali, dove il raggiungimento di questi nuovi obiettivi di sostenibilità potrebbe davvero avere un impatto, così come a livello nazionale, saranno i benvenuti.

Non verranno formati, invece, quelli che sono già esperti sulla copertura dello sviluppo sostenibile e del cambiamento climatico.

Il corso in Italia si terrà a Milano il 15-17 luglio; darà ai partecipanti la possibilità di imparare da esperti giornalisti, di incontrare e intervistare i porta-voci delle organizzazioni interessate.

Il corso non prevede coperture di spese per vitto e alloggio.

Gli interessati possono contattare: marta.machado@thomsonreuters. com con due esempi di lavoro pubblicati (anche non necessariamente sul clima o la sostenibilità) e una breve dichiarazione sul perché si dovrebbero coprire i nuovi OSS e perché dovrebbero essere selezionati per frequentare il nostro corso.

Dovrebbero includere dettagli su quanto tempo hanno lavorato nel giornalismo.

Sono benvenute le domande (e gli articoli) sia in inglese che in italiano.

Previous post

Europa e libertà dei media

Next post

Leali delle notizie, un incontro tra giornalisti e lettori