Posts In Category

Professione giornalista

Il femminicidio in letteratura e cronaca nera. Non una pièce tradizionale, non un dibattito. Vanno in scena a Milano i racconti, le testimonianze, per il rispetto del dovere di cronata e la dignità delle donne vittime, attraverso un’informazione corretta. Promosso dalla rete Giulia (GIornaliste Unite LIbere Autonome).

La foto di Paul Hansen, del giornale svedese Dagen Nyheter, è stata proclamata World Press Photo of the Year 2012, dalla giuria del 56° World Press Photo Contest, considerato il premio di fotogiornalismo più importante al mondo, che seleziona alcune delle fotografie migliori scattate l’anno precedente.

Il giornalismo in questi 150 anni è cambiato – Si esprime in questo modo Mario Calabresi, direttore de la Stampa alla presentazione della nuova sede del Centro Pestelli, inaugurata in questi giorni all’Ordine dei Giornalisti.

Verrà inaugurata martedì 5 febbraio a Palazzo Ceriana Mayneri (corso Stati Uniti 27) la nuova sede del Centro Studi sul Giornalismo “Gino Pestelli”, presso l’Associazione Stampa Subalpina, dove il Centro si è trasferito nell’ottobre del 2012. Si avvera così il sogno e il progetto di una “casa dei giornalisti”. 

Il 16 gennaio è nato a Torino il Master Giorgio Bocca in giornalismo. La scuola post-laurea di primo livello è una delle 11 riconosciute in tutta Italia dall’Ordine dei Giornalisti per accedere al titolo professionale. Alla presenza della moglie Silvia, della figlia Nicoletta, il direttore di Repubblica ha tenuto la lectio magistralis dal titolo: ‘Un’idea testarda di libertà’.

È morto il 6 gennaio 2013 all’età di 83 anni Enrique Meneses, fotogiornalista spagnolo. Fu conosciuto soprattutto per essere stato il primo reporter straniero ad aver ritratto e pubblicato le immagini di Ernesto Che Guevara e Fidel Castro nella Sierra Maestra, scattate durante la Rivoluzione cubana. Fino alla sua morte ha continuato a scrivere e credere nel cambiamento nella professione del giornalista.

Abbiamo incontrato a Torino, Javier Marìas, l’ostinato e pacato giornalista e scrittore che insieme ai suoi colleghi ha protestato contro i licenziamenti di circa un terzo dell’organico del quotidiano di Madrid El Paìs e che ultimamente ha rifiutato il Premio nacional de narrativa, uno dei più importanti premi letterari che lo stato spagnolo conferisce ai suoi scrittori insieme a un assegno di 20mila euro.