Posts In Category

Professione giornalista

Voleva essere Jim Gannon, Giorgio Levi, ma in realtà il suo inseguimento al leggendario personaggio del cinema americano interpretato da Clark Gable continua ancora oggi.Venerdì 14 dicembre 2012, a Palazzo Ceriana Mayneri, la sala Roccati era gremita di gente curiosa di ascoltare dalla bocca di Levi perchè proprio Jim Gannon. 

Emanuele Isonio, redattore del mensile Valori e giornalista di Greenaccord, è uno dei sei operatori dell’informazione premiati dalla Direzione agricoltura della Commissione europea. Il premio conferito per un articolo sulla produzione di miele e sui rapporti tra produttori e consumatori.

Che cosa è successo ad Haiti negli ultimi due anni? Dopo la tragica popolarità sui media e notiziari mondiali in seguito al terremoto del 12 gennaio 2010, Haiti è scomparsa dalle pagine dei giornali. Se ne è parlato a Torino, alla presenza del giornalista haitiano Gotson Pierre.

Attraverso il suo libro “Kajal”, Maria Cuffaro parla finalmente di sé: della bambina che era in Sicilia, della sua famiglia, delle gioie e dolori privati. Di cosa provava quando era giornalista inviata nei posti più crudeli della terra, di cosa ha significato sentire sfilare accanto i proiettili e vedere morti in guerra.

Lettera ventitrè è un collettivo di professionisti, con esperienze nell’ambito del giornalismo televisivo e della carta stampata, del marketing e della comunicazione, che mette a disposizione di professionisti, imprese e scuole le proprie competenze in corsi di formazione.

“Il giornalista? Passo le notizie per il giornale di domani. È come se potessi sgranare il mondo con le dita” Davide LajoloUn giornalista scrittore. Come Montale, Montanelli, Buzzati. Il 2012 è il centenario della sua nascita, e l’associazione culturale a lui dedicata lo celebra quest’anno, con tante interessanti iniziative.  

C’è un aspetto che accomuna i tre “eredi” di Kapuscinski ospiti al Festival di Internazionale: tutti i loro libri nascono da storie vere, ovunque esse si svolgano nel mondo.Che si scriva di Caucaso, di Repubblica Ceca, di ex Jugoslavia o di Africa, i tre giornalisti Wojciech Jagielski, Mariusz Szczygiel, Wojciech Tochman, sono considerati le nuove voci del reportage polacco.