Posts In Category

Professione giornalista

Il Rapporto sulla professione giornalistica in Italia del Lsdi (Libertà di stampa e diritto all’informazione) offre uno spaccato sul mondo del giornalismo, sulle tendenze della professione in Italia e offre spunti per riflessioni sulle prospettive future.Riportiamo il rapporto completo.   

Nel convegno “Linguaggi pop e decisioni hard. La comunicazione politica in tempi di crisi” tenutosi a Torino presso il Campus Einaudi da giovedì 13 a sabato 15 dicembre 2012 il tema Twitter, le elezioni e  la comunicazione politica ha scaldato gli animi, anche se meno rispetto al fenomeno dei “Grillini”.

Si è concluso sabato 15 dicembre il convegno annuale dell’Associazione italiana di comunicazione politica intitolato “Linguaggi pop e decisioni hard. La comunicazione politica in tempi di crisi”. Per l’occasione si sono radunati studiosi da tutta Italia e dall’estero, che hanno dibattuto soprattutto su Twitter e i partiti nati sul web.

Voleva essere Jim Gannon, Giorgio Levi, ma in realtà il suo inseguimento al leggendario personaggio del cinema americano interpretato da Clark Gable continua ancora oggi.Venerdì 14 dicembre 2012, a Palazzo Ceriana Mayneri, la sala Roccati era gremita di gente curiosa di ascoltare dalla bocca di Levi perchè proprio Jim Gannon. 

Emanuele Isonio, redattore del mensile Valori e giornalista di Greenaccord, è uno dei sei operatori dell’informazione premiati dalla Direzione agricoltura della Commissione europea. Il premio conferito per un articolo sulla produzione di miele e sui rapporti tra produttori e consumatori.

Che cosa è successo ad Haiti negli ultimi due anni? Dopo la tragica popolarità sui media e notiziari mondiali in seguito al terremoto del 12 gennaio 2010, Haiti è scomparsa dalle pagine dei giornali. Se ne è parlato a Torino, alla presenza del giornalista haitiano Gotson Pierre.

Attraverso il suo libro “Kajal”, Maria Cuffaro parla finalmente di sé: della bambina che era in Sicilia, della sua famiglia, delle gioie e dolori privati. Di cosa provava quando era giornalista inviata nei posti più crudeli della terra, di cosa ha significato sentire sfilare accanto i proiettili e vedere morti in guerra.