Posts In Category

Professione giornalista

All you need is (a) phone. Tutto quello che serve, è un telefono. Questo il titolo, sull’onda del famoso brano dei Beatles, della seconda edizione del Mojo Festival, il festival del mobile journalism che si svolge a Roma dal 27 al 29 settembre. Organizzato da Associazione Stampa romana e Associazione Nazionale Filmaker, presso la Casa del Cinema e altre location …

Catarina Carvalho dirige il Diário de Notícias, pubblicazione nata 154 anni fa con un concetto – per i tempi – innovativo: reggersi non solo sulle copie vendute ma anche sulle inserzioni pubblicitarie. Il quotidiano, in edicola per la prima volta nel dicembre del 1864, ha vissuto tempi gloriosi, superando le 120.000 copie giornaliere, dopodiché è iniziato un lento declino: le …

I tempi della recensione da parte del critico gastronomico sembrano preistoria: nel giro di qualche anno, grazie al web, una generazione di giornalisti e critici è stata spazzata via (o è stata costretta ad adattarsi) allo straripare delle recensioni “dal basso”, quelle di servizi come Tripadvisor. La ricetta offerta da queste società che operano sul web è, come sempre, accattivante …

Il giornalista curdo Ferhat Parlak è stato scarcerato (con la condizionale) il 9 luglio 2019, dopo 15 mesi di detenzione. L’accusa contestava al cronista di “appartenere a un’organizzazione terroristica”. L’11 aprile del 2018 la polizia turca fece irruzione presso la sua abitazione nel municipio di Silvan: Parlak venne portato al commissariato. Nel mentre, i poliziotti gli confiscarono libri, il computer,l’attrezzatura …

Più di 460 giornalisti di Le Monde, il quotidiano francese fondato nel 1944 a Parigi da Hubert Beuve-Méry sulla spinta del generale De Gaulle, hanno firmato un appello pubblico perché la loro indipendenza sia garantita, dopo l’ingresso non rituale di un nuovo azionista. Il testo è interessante perché fa capire quali siano le sfide e le dinamiche dell’editoria contemporanea. «Le …

TUNISI – «Non so se questo sia un viaggio di andata oppure di ritorno. Non so dove sia casa mia: se nel profondo sud della Tunisia, in mezzo al deserto, o nelle strade più trafficate di Roma». Takoua Ben Mohamed è tunisina ma cresciuta a Roma, dove ha studiato giornalismo. Nel 1991, a 14 anni, apre il blog Il fumetto …

Anche il giornalismo investigativo può prendere l’aspetto di un’attività ludica: è il caso di Misinformer, un gioco per dispositivi mobili nel quale bisogna usare gli strumenti investigativi di un giornalista per risolvere casi basati sui eventi di attualità. Il fulcro della sfida sta nel capire e smascherare la disinformazione che regna sovrana tra fake news, notizie clickbait (cioè false e …