Posts In Category

Libertà di stampa

Creare una rete per la sicurezza dei giornalisti: questo l’obiettivo del progetto Safety net for European journalists promosso da Osservatorio Balcani e Caucaso, insieme a una rete di realtà impegnate nella difesa della libertà di stampa. E una piattaforma on line raccoglie le segnalazioni di violazioni.

La DG Connect lancia il progetto European Centre for Press and Media Freedom allo scopo di condurre ricerche e stimolare processi positivi sul tema della libertà di stampa e del pluralismo dei media. Tra i 5 istituti coinvolti, anche l’italiano Osservatorio Balcani e Caucaso.

La Corte di Strasburgo compensa una condanna rimediata da un giornalista svizzero dell’Illustré che aveva pubblicato notizie “segrete” e riafferma la prevalenza dell’interesse pubblico all’informazione. Un incidente stradale a Losanna nel 2003 diventa un caposaldo della giurisprudenza per chi produce le notizie.

La Maison des journalistes, l’associazione francese che offre un rifugio ai giornalisti esiliati, comunica i risultati del lavoro svolto nel 2013. Sono 23, di cui 6 donne, i reporter che ha accolto e che dopo alcuni mesi di ospitalità hanno lasciato la casa parigina. La maggior parte sono siriani e iraniani. 

In una video conferenza, Soulafa Lababidi e Iyad Abdallah, giornalisti rifugiati alla Maison des journalistes, hanno incontrato gli studenti dell’Iti Copernico-Carpeggiani di Ferrara, raccontando la propria esperienza professionale, la scelta di chiedere asilo, il ruolo delle donne nella rivoluzione e il contesto politico.

Intervista a Laura Silvia Battaglia, giornalista freelance, esperta in Medio Oriente, che racconta al Caffè la situazione attuale in Iraq, dove si è recata più volte e dove ha vissuto fino ai primi di maggio. Un paese da conoscere, scoprire, ma in cui la libertà di stampa non è riconosciuta.

Nella Giornata mondiale della libertà di stampa, al Festival internazionale del giornalismo si è tenuto un panel con testimonianze dirette da Messico, Turchia, Egitto e Italia. Per esprimere solidarietà e partecipazione alla lotta per la libertà di informazione nel mondo. (di Elisa Gallo)