Posts In Category

Libertà di stampa

In Tunisia si è tornato a votare. Purtroppo solo un elettore su tre, il 34%, è andato alle urne per la tornata di voto amministrativo comunale. Sono passati sette anni dalla rivoluzione (vera o presunta) dei gelsomini e, per la Tunisia, ben poco è cambiato: se non le quote rosa, che hanno imposto il 50% di donne nelle liste elettorali. …

Prima di esprimere soddisfazione, meglio lèggere. «Una decina di giornalisti italiani sono sotto una protezione permanente e rafforzata della polizia dopo le minacce di morte esplicitate in particolare dalla mafia, da gruppi anarchici o fondamentalisti. […] Il livello delle violenze perpetrate contro i reporter (intimidazioni verbali o fisiche, provocazioni e minacce) è molto inquietante e non smette di aumentare, in particolare in Calabria, …

All’Arabia Saudita, Paese che è al 168esimo posto nella classifica della libertà di stampa di Reporter senza frontiere, è stata chiesta la liberazione del giornalista Saleh al-Shehi, editorialista del quotidiano saudita Al-Watan che si è sempre occupato di questioni economiche governative, indagini di anti-corruzione e trattamento degli espatriati. Le autorità non hanno né confermato l’arresto né annunciato accuse formali contro al-Shehi e …

Raccogliere la sfida, battere la violenza omicida. C’è questo, dietro l’idea di 18 testate giornalistiche di tutto il mondo (la Repubblica è l’unica italiana) di unirsi in un consorzio per non lasciar cadere l’opera professionale della cronista Daphne Caruana Galizia, uccisa il 16 ottobre dello scorso anno a Malta. Il progetto prende il nome di Daphne Project e, in realtà, è …

La rielezione del presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi ha segnato una nuova e durissima repressione della stampa locale. Nonostante una scarsa partecipazione alle elezioni presidenziali dello scorso marzo, con un’affluenza ferma al 41% dopo tre giorni di voto, al-Sisi è stato confermato per il suo secondo mandato con il 97% dei voti. L’altro candidato, Moussa Moustafa Moussa, del partito al-Ghad, …

Il Cpj, il comitato per la protezione dei giornalisti, ha appena lanciato a New York la sua campagna annuale Free the Press. In che cosa consiste? Chi vuole sostenere la campagna è invitato a inviare cartoline – fisiche o digitali – ai giornalisti incarcerati, per tenere vivo il ricordo del loro caso e per far sapere ai governi che li hanno …

Leggere a posteriori la narrativa giornalistica di un fatto è sempre affascinante ed è fonte di ottima riflessione sul nostro mestiere. La struttura della narrativa, a distanza di tempo, ci riporta alla dimensione di spettatori di noi stessi, che per mestiere siamo i narratori. Il tema dell’immigrazione è centrale nel dibattito pubblico e nel racconto giornalistico: lo è diventato dal …