Posts In Category

Libertà di stampa

«È giunto il momento per la comunità internazionale di fare il suo dovere e di non lasciare che la giustizia venga messa da parte durante i colloqui di pace di Ginevra in nome degli assetti politici – così parla Mazen Darwish, fondatore del Centro siriano per i media e la libertà di espressione (SCM) – La giustizia rimane l’arma più …

La crisi politica in Macedonia rende sempre più pericoloso il lavoro di quei giornalisti macedoni che si esprimono in modo critico nei confronti del VMRO-DPMNE (Organizzazione Rivoluzionaria Interna Macedone – Partito Democratico per l’Unità Nazionale Macedone) e del suo leader, Nikola Gruevski. Così riporta Tanja Milevska, corrispondente europeo di CPJ e giornalista freelance belgo-macedone. Gli attriti tra il partito di …

La decima edizione della «Giornata della Memoria dei giornalisti uccisi da mafie e terrorismo», promossa dall’UNCI (Unione nazionale cronisti italiani), si svolge quest’anno a Torino, in collaborazione con l’Associazione Stampa Subalpina e l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, il 3 maggio in concomitanza con la Giornata della Libertà dell’informazione decretata dall’Onu nel 1993 e organizzata dall’Unesco. La giornata di Torino è …

Per lui si sono mobilitati in migliaia ma non è ancora abbastanza. Yahia al Joubaihy rischia di essere giustiziato tra pochi mesi. La sua colpa è essere un giornalista indipendente nel Nord dello Yemen, occupato dall’ottobre 2014 dai ribelli Houti, una milizia sciita che si ispira al modello Hezbollah e che, di fatto, ha gettato il Paese nella guerra più …

«Un giorno noi giudicheremo loro, ma quel giorno lo faremo onestamente», con queste parole e questa foto postate su Twitter dall’aula del tribunale dove lo avevano portato dopo una notte in cella, Alexey Navalny, avvocato e blogger russo ha commentato il suo arresto, avvenuto il 26 marzo scorso a Mosca durante una manifestazione contro la corruzione. Navalny, leader dell’opposizione a …

Non è necessario scandagliare le coste del Mediterraneo per trovare ferite alla libertà di stampa. Anche in un Paese come il nostro si assiste a un fenomeno relativamente nuovo, figlio di fattori eterogenei come i cambiamenti tecnologici e le mutate abitudini del pubblico, la crisi economica, la frammentazione dell’offerta informativa: lo ha sottolineato, nell’indifferenza generale, il dossier di LSDI (Libertà di Stampa, …

Una delle maniere più moderne per legare le mani e chiudere la bocca ai giornalisti è la richiesta di risarcimento dei danni per articoli ritenuti diffamatori. Una pratica comune anche in Italia, con lo strumento delle querele preventive e spesso temerarie (che il Caffè ha seguìto con attenzione da tempo, in attesa di una nuova legge di disciplina della materia …