Posts In Category

Libertà di stampa

Dalle storie della buonanotte al rap. La censura in Turchia spazia a largo raggio, colpendo ambiti e linguaggi diversi tra loro, uniti nella (cattiva) sorte di essere sgraditi al governo attuale. È di questi ultimi giorni la messa al bando di Storie della buonanotte per bambine ribelli, bestseller mondiale che racconta storie di donne speciali, eroine di paesi ed epoche …

Il giornalista curdo Ferhat Parlak è stato scarcerato (con la condizionale) il 9 luglio 2019, dopo 15 mesi di detenzione. L’accusa contestava al cronista di “appartenere a un’organizzazione terroristica”. L’11 aprile del 2018 la polizia turca fece irruzione presso la sua abitazione nel municipio di Silvan: Parlak venne portato al commissariato. Nel mentre, i poliziotti gli confiscarono libri, il computer,l’attrezzatura …

Entro la fine dell’anno, Facebook lancerà una nuova sezione di informazione. Si chiamerà News Tab, e sarà un’area in cui le notizie più rilevanti saranno selezionate da un team di giornalisti esperti, ci tiene a far sapere l’azienda, «in carne e ossa». Al posto degli algoritmi, quindi, lavoreranno il pensiero e il libero arbitrio di professionisti – persino direttori – assunti …

Si chiama Zhan Wenmin e, per parecchio tempo, è stata una delle giornaliste più temute in Cina. Il New York Times ha raccontato la sua storia, una vicenda che parte da una carriera lanciata: a 45 anni era diventata una delle reporter investigative più brave del Paese, capace di scovare storie di abusi da parte delle forze dell’ordine, disastri ecologici, …

La Finlandia è la culla della libertà di stampa: un Paese che da anni è in cima al ranking mondiale di Reporter senza frontiere e che si distingue per la difesa delle prerogative dell’informazione. Attualmente la Finlandia presiede il Consiglio dell’UE – ha sostituito la Romania, giunta a fine mandato – e l’organo ha avviato una serie di consultazioni per …

Mille ospiti da tutto il mondo, compresi ministri, diplomatici, accademici e poi naturalmente agenzie internazionali e giornalisti. Questi i numeri della Global Conference for Media Freedom che si è svolta a Londra nei giorni scorsi, co-ospitata dal governo inglese e canadese (padroni di casa: Chrystia Freeland, ministro degli Esteri canadese, e Jeremy Hunt, ministro degli esteri britannico) per promuovere la …

Il punto di partenza è la campagna per la «Parità di Informazione Positiva»: il mondo dell’informazione deve riappropriarsi del suo ruolo di strumento a servizio della comunità, a cominciare da un modo diverso di fare giornalismo e da una trasformazione dello sguardo con cui viene interpretata e descritta la realtà. Se ne è discusso durante la giornata di formazione per …