Posts In Category

Libertà di stampa

Elif è la figlia di Turhan Gunay, per 25 anni direttore generale delle inserzioni libri del quotidiano nazionale Cumhuriyet che, insieme a dodici suoi colleghi, è stato arrestato nello scorso mese di novembre. L’accusa rivolta a Gunay è gravissima: quella di svolgere attività per conto di un’organizzazione terroristica, pur non essendone un membro. L’organizzazione di cui si parla è la FETO-PDY, …

I media nel mondo arabo non sono altro che strumenti nelle mani del potere. È questa la prima sintesi da fare a seguito di quello che è ormai diventato il caso Al Jazeera, che ha il merito di aver scoperchiato i giochi che si nascondono dietro alla parola “informazione” in quella regione. Informazione che con l’accrescersi dei conflitti nell’area si …

Il Committee to Protect Journalists, organizzazione con sede a New York nata nel 1981 per volere di alcuni inviati statunitensi consapevoli delle minacce e delle pressioni cui erano sottoposti parecchi colleghi di nazioni estere, ha annunciato i giornalisti che verranno insigniti dell’International Press Freedom Award 2017. Tra i premiati dell’anno c’è Ahmed Abba, corrispondente di Radio France Internationale condannato a 10 anni di carcere …

Se c’è un Paese che sta vivendo più di altri il peso dell’accusa di destabilizzare la regione araba e addirittura di spalleggiare il terrorismo, quello è il Qatar. Una nazione retta da una monarchia costituzionale – il suo giovane emiro, classe 1980 e in carica dal 2013, è Tamim bin Hamad al-Thani – che ha conquistato l’indipendenza dal dominio britannico …

Annegano. Scivolano giù, donne, uomini, bambini, con le loro cose, le loro valigie. E noi – noi europei, noi che non stiamo fuggendo da guerre e povertà – li stiamo a guardare, algidi come dietro al vetro di un acquario. È questa la straziante e accusatoria vignetta che ha vinto il primo premio del World Press Cartoon 2017. E la …

«È giunto il momento per la comunità internazionale di fare il suo dovere e di non lasciare che la giustizia venga messa da parte durante i colloqui di pace di Ginevra in nome degli assetti politici – così parla Mazen Darwish, fondatore del Centro siriano per i media e la libertà di espressione (SCM) – La giustizia rimane l’arma più …

La crisi politica in Macedonia rende sempre più pericoloso il lavoro di quei giornalisti macedoni che si esprimono in modo critico nei confronti del VMRO-DPMNE (Organizzazione Rivoluzionaria Interna Macedone – Partito Democratico per l’Unità Nazionale Macedone) e del suo leader, Nikola Gruevski. Così riporta Tanja Milevska, corrispondente europeo di CPJ e giornalista freelance belgo-macedone. Gli attriti tra il partito di …