Posts In Category

Libertà di stampa

Il giorno di Natale del 2017, il Bahrain ha emesso 6 sentenze di morte. L’accusa: terrorismo. Per aver tentato di assassinare il Capo della Forza di Difesa del Bahrain, diciotto uomini in tutto sono stati condannati alla pena capitale; otto sono latitanti nel Golfo Persico. Si tratta di un atto gravissimo e intimidatorio contro tutti gli oppositori del governo. Risale …

Tunisi – La strada che dall’aeroporto conduce al centro città è drappeggiata ai lati da due bandiere, entrambe rosse, simili ma differenti: quella tunisina e quella turca.  L’occasione è la visita di due giorni, il 26 e 27 dicembre, del presidente turco Recep Tayyp Erdogan al suo omologo Beji Caid Essebsi. Un incontro che ha creato anche proteste; alcune organizzazioni  hanno …

I bilanci di fine anno non sono mai positivi, quando a pagare sono i giornalisti e la libertà di stampa. E soprattutto quando i giornalisti pagano con la vita. Il Comitato di protezione dei giornalisti (CPJ) pubblica in sei lingue il suo ultimo report annuale, completo di data base globale e per Paese. Il metodo di ricerca utilizzato considera oggetto …

Anche il 2017, come il precedente, si conferma un anno nero per i giornalisti. Secondo un censimento del CPJ, il Committee to Protect Journalists, per il secondo anno consecutivo, il numero di giornalisti imprigionati per il loro lavoro ha raggiunto un livello storico. CPJ ha infatti censito (al 1° dicembre 2017) 262 rappresentanti della categoria dietro le sbarre di tutto …

Una fotografia dei cambiamenti più sostanziali avvenuti nelle abitudini e nei consumi mediatici degli italiani è offerta dal 51° Rapporto Censis nel capitolo dedicato a «Comunicazione e Media». Numeri record per quanto riguarda internet: il 75,2% degli italiani naviga in rete, ovvero l’1,5% in più rispetto al 2016 e soprattutto quasi il 30% in più rispetto a dieci anni fa. …

Il Paese in cima alla lista è la Somalia, seguìto dalla Siria, dall’Iraq e dal Sud Sudan. E sono i Paesi dove non solo muoiono più giornalisti, ma soprattutto dove gli autori di questi crimini non vengono perseguiti dalle autorità, perché sono gli stessi membri dell’establishment a ordinare questi omicidi; oppure perché non esistono leggi che regolino la libertà di …

Sono 960 i giornalisti assassinati negli ultimi undici anni conteggiati dall’Unesco. Basta questo dato per capire perché nel 2013 l’Assemblea Generale dell’Onu abbia istituito la Giornata internazionale per mettere fine all’impunità per i crimini contro i giornalisti. Da allora l‘End Impunity Day si celebra il 2 novembre, per commemorare l’assassinio di due giornalisti francesi in Mali nel novembre del 2013. …