Posts In Category

Libertà di stampa

Ci sono voluti quattro anni di indagini ma, finalmente, l’Index of censorship (organizzazione nata a Londra nel 1972 per tutelare la libertà di parola) ha pubblicato un lavoro curato dalla sua branca denominata Mapping Media Freedom.  Il rapporto, che è disponibile online in versione Pdf in lingua inglese, dà conto di 445 aggressioni fisiche a danno dei giornalisti nel periodo …

Ultimi stralci del 2018, tempo di bilanci, con un occhio già al prossimo anno, alla lista di cose da fare e a quelle che non si sono fatte. Poteva andare meglio, andrà meglio in futuro? Ognuno risponderà per la sua parte. Noi, dal canto nostro, ci interroghiamo – ancora una volta – sulle difficoltà che deve affrontare chi fa il …

Il bilancio annuale di Reporter senza frontiere (Rsf) offre un panorama sconcertante: quest’anno sono stati ammazzati 80 giornalisti nel mondo. Sono 15 in più rispetto al 2017 e, di questi 80, 63 erano giornalisti di mestiere. «L’odio verso i giornalisti proferito e addirittura sostenuto da leader politici, religiosi o uomini d’affari senza scrupoli, ha conseguenze drammatiche. Tutto questo si trasforma in …

«Bahrain, il fratellino saudita, non è al di sopra dell’uccisione dei giornalisti. Nel 2011, le autorità del Bahrain hanno torturato a morte Karim Fakhrawi , il co-fondatore dell’unico quotidiano indipendente del paese, al-Wasat. L’unico motivo per cui il caso di Fakhrawi non ha mai ricevuto la stessa attenzione di Khashoggi è che il suo nome non è mai apparso in …

Il 1 ° febbraio 2015, il primo giorno di programmazione della rete televisiva al-Arab in Bahrain, era stata prevista la messa in onda di un’intervista con il politico del Bahrain sciita Khalil al-Marzooq,  che aveva da subito affrontato le cancellazioni della cittadinanza a decine di cittadini del Bahrain. Le trasmissioni del canale erano state sospese dopo l’intervista. al-Arab è nata …

Il pretesto è stato il lancio ufficiale della campagna per la parità di informazione positiva lanciata dal Movimento Mezzopieno: il 10 ottobre scorso, la Fondazione Einaudi di Torino ha ospitato l’incontro pubblico «Il Tg che vorrei» per stimolare un dibattito sul futuro dell’informazione e sul suo ruolo al servizio del benessere della società. «Occorre ricostruire un modo diverso di fare …

È scomparso lo scorso 4 ottobre, nel Consolato saudita di Istanbul, il giornalista Jamal Khashoggi. Il reporter dissidente del Washington Post, una volta vicino alla monarchia saudita e ora critico sulle riforme del principe ereditario Mohammed Bin Salman, era entrato nella sede diplomatica per ritirare dei documenti mentre la moglie Khadija lo aspettava all’esterno dell’edificio. Proprio lei ha lanciato l’allarme …