Posts In Category

Incontri del Caffè

Younis Tawfik è un giornalista e scrittore iracheno che dal 1979 vive in Italia. Ha collaborato con i giornali “La Stampa”, “Repubblica” e “Il Mattino”. Quattro le domande che il Caffè dei Giornalisti ha posto nell’imminenza dell’incontro del 30 novembre all’autore de La ragazza di Piazza Tahrir.  

Rosita Ferrato, Presidente del Caffè dei Giornalisti, ha invitato Younis Tawfik, autore de “La ragazza di piazza Tahrir” a riflettere con Alberto Sinigaglia e Domenico Quirico sugli esiti della Primavera araba e sui recenti cambiamenti in nord Africa, al Caffè di Palazzo Reale, una cornice di suggestiva bellezza torinese. 

Venerdì 30 novembre alle ore 17.30, il Caffè di Palazzo Reale (piazza Castello Torino) ospita la primavera araba, con Younis Tawfik, Alberto Sinigaglia e Domenico Quirico

Il caffè va in vacanza e tornerà a settembre con nuovi appuntamenti. Auguriamo a tutti una buona estate in attesa di ritrovarci a condividere idee fresche e notizie interessanti.Se avete suggerimenti o contributi, potete comunque sempre scriverci a info@caffedeigiornalisti.it

Nel suggestivo scenario dello storico Circolo dei canottieri Esperia di Torino, si è svolto il primo evento del Caffè dei Giornalisti, venerdì 22 giugno.Un debutto sulle immagini e sulla grafica, come per creare la cornice alle parole che nei prossimi eventi prenderanno spazio al Caffè. Le notizie per immagini ha visto due ospiti d’eccezione: Stefano Cipolla ed Emiliano Ponzi.

Il progetto Manomanouche nasce nel 2001: un gruppo di musicisti di diversa estrazione si incontra e crea, ispirandosi alla tradizione e alla cultura degli zingari Manouches.

Il 22 giugno si terrà l’incontro “Le notizie per immagini” il primo degli appuntamenti organizzati dal Caffè dei Giornalisti. Protagonisti saranno due giovani professionisti dell’editoria digitale: Stefano Cipolla, responsabile grafico di R7 il magazine per Ipad del quotidiano La Repubblica, e Emiliano Ponzi, ironico e visionario illustratore che ha lavorato in questi anni per la grande stampa internazionale.