Posts In Category

Incontri del Caffè

Jean-Claude Mbede Fouda è un giornalista camerunense rifugiato in Italia in seguito alle persecuzioni subite in Africa. Il suo è un esempio di “giornalismo esiliato”: dal 2008 non torna nel suo Paese, dove altrimenti finirebbe in carcere. Venerdì 12 aprile ne parlerà al Caffè dei Giornalisti.

Venerdì 12 aprile alle 18, il Caffè dei Giornalisti ospiterà l’associazione francese Maison des journalistes di Parigi, per un incontro aperto al pubblico sulla libertà di stampa e per l’inaugurazione della mostra allestita in piazza Carlo Alberto.

Venerdì 12 aprile alle 18, il Caffè dei Giornalisti ospiterà l’associazione francese Maison des journalistes di Parigi, per un incontro aperto al pubblico sulla libertà di stampa.

Il 20 e il 21 marzo si terrà a Bologna un convegno per discutere il rapporto tra media, migrazioni e cooperazione internazionale nelle discipline accademiche e nei diversi ambiti professionali, organizzato da Cospe con CesCoCom e Dipartimento di Sociologia e Diritto dell’Economia dell’Università di Bologna.

Torino ha incontrato la musica irachena offerta con garbo ed estrema competenza da Khalid Mohammed Ali, uno dei più importanti compositori iracheni, e Hasan Falih Owaid Abbas, concertista di fama internazionale.   [Guarda il video della serata]

Strumenti musicali della tradizione irachena, l’oud e il qanun hanno origini millenarie legate a leggende e antichi musicisti.  Khalid Mohammed Ali e Hasan Falih Owaid Abbas, ospiti dell’evento del Caffè dei Giornalisti “Iraq in musica” ne raccontano la storia.

Abbiamo posto alcune domande a Khalid Mohammed Ali e Hasan Falih Owaid Abbas prima del concerto di martedì sera su cosa significa per loro portare la musica irachena nel mondo: una musica millenaria, che risente delle varietà del territorio e delle influenze dei paesi confinanti.