Posts In Category

Incontri del Caffè

Lo Yemen vive una situazione drammatica. Il Paese è dilaniato da una guerra civile scoppiata nel 2015 quando gli Huthi, prevalentemente sciiti, che controllano la capitale Sana’a e sono fedeli alle forze dell’ex presidente Saleh (ucciso nel 2017) si sono scontrati con le milizie del presidente Hadi, sunnita, deposto con un golpe nel 2012 ma tuttora riconosciuto dalla comunità internazionale. …

«La rappresentazione dell’Africa data dall’informazione è molto mediata. Le fiction, la televisione, la stampa e i social raccontano un’Africa falsata. Sarebbe necessario rappresentarla in modo più onesto». Questo è uno dei punti affrontati al Forum delle donne africane che si è tenuto a Torino alla Regione Piemonte. «Non Africa, ma Afriche – prosegue Suzanne Diku Mbiye, di Tam Tam D’Afrique, …

Si avvicina la sesta edizione di Voci Scomode – Storie di chi sfida il potere, la giornata dedicata alla libertà di stampa e curata dal Caffè dei giornalisti insieme alla Maison des Journalistes di Parigi. Quest’anno ci occuperemo dello Yemen, uno Stato scosso da una guerra civile che prosegue nel mietere vittime innocenti. Raccontare lo Yemen, attraverso le esperienze di …

TUNISI – «Non so se questo sia un viaggio di andata oppure di ritorno. Non so dove sia casa mia: se nel profondo sud della Tunisia, in mezzo al deserto, o nelle strade più trafficate di Roma». Takoua Ben Mohamed è tunisina ma cresciuta a Roma, dove ha studiato giornalismo. Nel 1991, a 14 anni, apre il blog Il fumetto …

Incontro Othman Selmi nel caffè di Place de la Victore, zona in cui la città in stile francese incontra la medina araba. Othman è brillante e ama raccontare: illustratore e direttore creativo, collaboratore di Internazionale, vincitore nel 2017 del Mahmoud Kahil Award for Best Comic, ha pubblicato con Lab619, Samandal, F/I/M/P, ed è stato presentato recentemente nelle antologie “New Arab …

[Articolo pubblicato sul Corriere di Tunisi] Si cita Pasolini, più volte. All’inizio del documentario, con una scena in cui il regista di Accattone inquadra una città nella sua bellezza, poi allarga il campo e mostra le brutture, gli abusi edilizi, i graffi sul volto del paesaggio. Lo si cita anche dopo, Pasolini, perché era sempre lui che avrebbe voluto fare …

[Con questo contributo da Tunisi, Rosita Ferrato inizia la sua collaborazione con il Corriere di Tunisi, testata storica per la comunità italiana nel Paese africano] Per chi non lo conoscesse, fu algerino, poeta e drammaturgo, assassinato misteriosamente ad Algeri nel ’73. Jean Sénac, celebre per le sue opere e per la lunga corrispondenza epistolare e amicizia intima con Albert Camus, …