Author Archive

Federico Ferrero

Federico Ferrero

Ha scritto e scrive, in ordine sparso, per il Corriere della sera sulle pagine di Torino, per corriere.it, l'Unità, l'Espresso, il Riformista, pagina99, Undici.
Dal 2005 racconta il tennis su Eurosport e firma per Il Tennis Italiano. Per l’editore ADD ha scritto Alla fine della fiera - Tangentopoli vent'anni dopo (2012). Per Rizzoli, "Palpa - Il più grande di tutti" (2019).

Coautore del documentario Langhe Doc, nomination al David di Donatello. Nel 2012 ha vinto il premio Dardanello.

federicoferrero.it

Non fosse per la storicità di una testata come Panorama, periodico nato nel 1962 e colpito da una crisi profonda, la notizia dei provvedimenti a danno della redazione del settimanale del gruppo Mondadori rientrerebbe nella triste ma ormai comune contabilità dei giornali vittime della crisi. Nel provvedimento adottato giorni fa dall’editore nei confronti dei suoi redattori c’è, però, un altro …

Se l’Italia è lo Stato in cui si è (inutilmente) normata a più non posso la categoria dei giornalisti, e la Gran Bretagna  è la casa del liberismo brado che di fatto garantisce più lavoro e meno precariato, la Francia è una terra di mezzo. Lo è, anzitutto, nella teoria: per ottenere la tessera, la carte de presse, non serve un esame. …

Non c’è un ordine nazionale, manca il contratto di lavoro dedicato, non si trova traccia di una legge che disciplini il mestiere o anche solo la registrazione di una testata. Il Regno Unito è la culla del common law, un sistema concepito e rafforzato dalle idee espresse nelle sentenze, insomma, l’opposto del diritto continentale basato sui codici. Non stupisce che molte professioni sguazzino nel liberalismo puro e che il caso …

Una frequentata agenzia di lavoro statunitense ha bollato a morte il mestiere del giornalista come carriera a rischio di scomparsa entro dieci anni, qualificandolo già oggi come la peggior occupazione che un giovane possa scegliere. In Italia, il primo problema della professione di chi informa è la sovrappopolazione: se, negli Stati Uniti, una persona su 5.300 fa (o prova a sopravvivere con) questo mestiere, sul nostro …

«D’ora in poi i giornalisti non prenderanno più l’iniziativa di pubblicare qualsiasi notizia in fretta o imprecisa, che non rientri nei parametri della nuova legge».  (Safwat al-Allam, docente all’Università del Cairo) Un articolo controverso di una legge egiziana appena approvata prevede un’ammenda molto pesante per i giornalisti e i media, compresi quelli stranieri, che riporteranno informazioni che contraddicono i comunicati e …

Lo Zambia non è un Paese libero. Freedom House ha declassato la nazione africana, due anni fa, da parzialmente libera a non libera per le pressioni indebite del governo guidato dal presidente Michael Sata su pubblicazioni indipendenti e giornalisti, sostanziate in intimidazioni, arresti e azioni legali temerarie. Finalmente, però, qualcosa sembra muoversi. Gli uffici della Cei, la Conferenza episcopale italiana, hanno dato notizia …

Un editoriale del 10 agosto pubblicato sul New York Times ha rivelato l’esistenza di un documento di 1.176 pagine, redatto dal Dipartimento della difesa statunitense, che contiene passaggi allarmanti (e un lessico che si presumeva abbandonato da tempo) sulla professione del giornalismo. Il documento è una versione aggiornata delle linee guida legali a beneficio degli ufficiali in comando. Per i militari …