Author Archive

Federico Ferrero

Federico Ferrero

Ha scritto e scrive, in ordine sparso, per il Corriere della sera, l'Unità, l'Espresso, il Riformista, pagina99. Racconta il tennis su Eurosport e scrive su Tennis Italiano. Per l’editore ADD ha scritto Alla fine della fiera - Tangentopoli vent'anni dopo. Coautore del documentario Langhe Doc, nomination al David di Donatello 2012. Nel 2012 ha vinto il premio Dardanello.

Se c’è un regno del precariato in espansione incontrollata, è quello del giornalismo. Nel mondo “normale”, nonostante la crisi e la penuria degli stipendi, su cento posti di lavoro il 76% è subordinato, il restante 24% è autonomo. Un dato sufficiente per comprendere l’anomalia del mestiere del giornalista: una realtà in cui, su cento posti di lavoro, il 65,5% è autonomo, …

Grafica accattivante, (ab)uso di terminologia inglese, linguaggio rivolto a chi è nato in questo secolo, in cui il lavoro del giornalista è stato spogliato di dignità e dipinto come la più bieca delle declinazioni del mestiere di lacchè. La presentazione della Condé Nast Social Academy che, in italiano semplificato, è un corso che insegna a guadagnarsi da vivere facendo pubblicità – …

Il Portogallo non è la prima meta cui si pensa se l’argomento è la professione giornalistica, eppure lo spunto viene da un dato riscontrato dall’istituto di previdenza dei giornalisti, l’Inpgi, secondo cui sono già almeno 300 i giornalisti italiani che hanno deciso di prendere residenza (non abituale, cioè trascorrendo almeno la metà dell’anno all’estero) proprio in quel Paese. Giornalisti pensionati, …

La “democratura” di Recep Erdogan non risparmia i giornalisti e scrittori non allineati. Come Dogan Akhanil, già imprigionato due volte in madrepatria e costretto all’esilio a inizio anni Novanta; Akhanil vive da più di 25 anni in Germania, dove ha preso la nazionalità e ha proseguito la sua attività di recupero di documentazione sullo sterminio armeno. Una storia che crea …

«Troppa informazione equivale a nessuna informazione. E quella cattiva peggiora la qualità della vita e può avere gravi conseguenze. Dovremmo quindi selezionarla concentrandoci su quella necessaria, utile e, perché no, divertente. Sull’informazione professionale dovremmo investire di più, dovrebbe farlo in primo luogo l’industria editoriale. La buona informazione costa, e non la possono garantire gli smartphone del citizen journalism. Ma la …

Il Committee to Protect Journalists, organizzazione con sede a New York nata nel 1981 per volere di alcuni inviati statunitensi consapevoli delle minacce e delle pressioni cui erano sottoposti parecchi colleghi di nazioni estere, ha annunciato i giornalisti che verranno insigniti dell’International Press Freedom Award 2017. Tra i premiati dell’anno c’è Ahmed Abba, corrispondente di Radio France Internationale condannato a 10 anni di carcere …

Prima il cieco disprezzo o l’indifferenza, poi il tentativo ingenuo di lucrare con l’advertising online, come ai bei tempi dell’edicola e delle paginate di pubblicità cartacea. Infine, le manovre (spesso inutili) degli ultimi anni, a danno ormai fatto, per tentare di farsi amici due giganti eterei solo nel nome e nell’assenza di regole, Google e Facebook, che hanno contribuito – …