Author Archive

Elisabetta Gatto

Elisabetta Gatto

Giornalista freelance, documentarista e ricercatrice indipendente. Ha svolto ricerca sul campo in Italia e all'estero sul tema delle migrazioni, dei consumi e degli stereotipi culturali. È autrice di documentari sociali sulla violenza di genere, sulle pari opportunità, sulla tratta dei migranti, sulla formazione dell'identità dei figli adottivi: in Benin sul traffico delle bambine e delle ragazze, a Curaçao sul multiculturalismo, in Patagonia e Terra del Fuoco sull’eredità indigena fueghina, in Guatemala sulla cultura del mais. Si occupa di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso interventi museali e laboratori di narrazione.
Collabora anche con Mezzopieno News e Babelmed.

Nel suo curriculum vanta esperienze come imprenditrice sociale, promotrice della sostenibilità nel settore della moda, funzionaria di progetto per la ong PAN UK, redattrice sui temi dello sviluppo per il Progetto Katine del Guardian. Eliza Anyangwe, oggi scrittrice freelance e commissioning editor per The Guardian’s Global Development Professionals Network, si dedica inoltre a documentare le rappresentazioni dell’Africa nelle arti e …

Aprire una finestra sulla comunità cinese di Bolzano: questo l’intento del progetto di visual journalism ideato da un team di ricercatori, grafici, studenti di design e arti dell’Università di Bolzano, un’antropologa culturale, un cronista e una fotografa. Il titolo di questo lavoro multimediale ne richiama il carattere interculturale: “La Repubblica Popolare di Bolzano” vuole infatti raccontare il processo di integrazione …

Sono oltre 31 mila in Italia i giornalisti autonomi, secondo i dati raccolti da Lsdi (Libertà di stampa diritto all’informazione). Un numero molto più significativo rispetto a quello dei giornalisti con un contratto di lavoro dipendente, appena 18.547. Eppure la loro voce ha ancora bisogno di un megafono per farsi sentire. Con questo spirito i 216 freelance riuniti nel gruppo …

A volte 140 caratteri possono bastare. Le parole, si sa, possono essere macigni da scagliare e allora anche un tweet può trasformarsi in un’arma. Un team di ricercatori dell’Università di Milano, di Roma La Sapienza e di Bari, ha condotto un’indagine a partire da un’idea dell’Osservatorio italiano sui diritti Vox per esaminare il contenuto di 2 milioni di tweet in un …