Home»Agenda»A Ferrara, i giornalisti di tutto il mondo

A Ferrara, i giornalisti di tutto il mondo

0
Shares
Pinterest Google+

fest internazionaleFerrara torna a essere una città-redazione, in cui si riuniscono giornalisti da tutto il mondo. Il Festival di Internazionale è ormai un appuntamento tanto atteso dai professionisti dell’informazione, che per tre giorni hanno la possibilità di ascoltare e incontrare dal vivo giornalisti e reporter delle principali testate mondiali.

Filo conduttore di questa nona edizione è il tema delle nuove frontiere. Nuove frontiere intese in senso geografico, il Mediterraneo crudele attraversato dai migranti in cerca di orizzonti europei, ma anche le coste australiane, nuova terra di speranza per i popoli afghani, e ancora i confini di fili spinati dismessi tra Cuba e Stati Uniti. Ma le frontiere non sono solo fisiche, riguardano anche il modo di intendere i diritti, le libertà collettive e individuali, sono uno strumento per confrontarsi con l’ignoto. E l’evento di chiusura del festival che ha visto Adriano Sofri e Zerocalcare per la prima volta insieme fa incontrare due mondi apparentemente diversi, due latitudini distanti, non solo in senso anagrafico, accomunate da una curiosità senza confini per quello che accade nel mondo e per le persone.

Anche per questa edizione, tanti gli appuntamenti e i temi da seguire: diritti dei migranti, lotta alle discriminazioni di genere e libertà di stampa, con grande attenzione alla politica nazionale e internazionale.

Saranno 230 gli ospiti, da 5 continenti e 27 paesi, da 44 testate giornalistiche. In 3 giorni si terranno 130 incontri, per un totale di 250 ore di programmazione, con 12 workshop e 7 laboratori per bambini.

Tutti gli incontri saranno ad accesso libero senza prenotazione (solo l’ingresso ai documentari della rassegna Mondovisioni costerà 3 euro, qui le modalità di partecipazione), per permettere al più ampio numero di persone di partecipare, che solo nel 2014 sono state 71.000.

E per chi non potrà essere fisicamente a Ferrara, ci saranno i livetwitting con l’hashtag ufficiale #intfe e da @Internazfest e gli incontri in streaming sul sito.

Info: www.internazionale.it/festival/

Previous post

Fare il giornalista in Gran Bretagna

Next post

Dust, giornalismo militante nel Kurdistan